Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Primarie Pdl: Santanchè e Galan sfidano Alfano

Parte la sfida: chi sostituirà Silvio Berlusconi?

Primarie Pdl: Santanchè e Galan sfidano Alfano
25/10/2012, 08:49

Qualche minuto dopo le dichiarazioni di Silvio Berlusconi, nel Pdl sono tutti pronti a scendere in campo. Daniela Santanchè e Giancarlo Galan fanno prima di tutti. L’ex presidente del consiglio ha infatti dichiarato ieri che non si candiderà alle prossime politiche, annunciando, per il 16 dicembre, le primarie all’interno del partito. Santanchè dichiara: “Sono molto contenta della decisione di Berlusconi perché usciamo dall'immobilismo. Le primarie sono la scelta più giusta, che auspicavo da tempo, per un vero confronto all'interno del partito. Come dico da sempre, io sono pronta a candidarmi perché c'è bisogno di linee politiche diverse da offrire alla gente. E che vinca il migliore”. A breve distanza si candida anche l’ex ministro per i Beni culturali, Giancarlo Galan: “Mi candido alle primarie. Rappresento l'area liberale e anche una buona storia di amministrazione regionale. Uno come Scajola non lo candiderei, perché non corrisponde all'immagine del mio partito. Stessa cosa vale anche per Dell'Utri. Si può fare anche altro nella vita, non è obbligatorio fare i deputati per forza”. Scontata la corsa di Angelino Alfano, al quale Berlusconi ha affidato il compito di “organizzare” le primarie di partito. A suo favore il vicepresidente dei senatori del Pdl Gaetano Quagliariello: “La prospettiva dell'unione dei moderati è diventata reale e forte. Questo è stato possibile grazie alla determinazione e alla pazienza del segretario Alfano. Se ci sarà la sua candidatura, la appoggerò”. 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©