Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ad inizio seduta nuovo tentativo di rinviare la legge

Processo breve: il Pd legge la Costituzione in aula


Processo breve: il Pd legge la Costituzione in aula
12/04/2011, 16:04

ROMA - Un inizio tutto sommato tranquillo della seduta del Parlamento sul processo breve. Il Pd ha tentato di fare lo sgambertto all'inizio, chiedendo che la legge venisse rimandata in commissione, per un più approfondito esame. Si è fatto il conto probabilmente sul fatto che la maggioranza non era ancora tutta in aula. Ma il Pdl e il gruppo dei responsabili sono riusciti a temporeggiare quel tanto che bastava da far rientrare tutti, ed alla fine la richiesta di rinvio è stata bocciata con 14 voti di scarto.
Poi è stato approvato l'articolo 2 della legge in questione, dopo la bocciatura di un pugno di emendamenti. All'inizio dell'esame dell'articolo 3, il Pd ha iscritto a parlare un gran numero di persone, a cominciare dai vertici (hanno parlato Franceschini, Bersani, Bindi, D'Alema, Veltroni e molti altri). Ciascuno di loro ha usato una parte del tempo riservato al loro gruppo per leggere un articolo della Costituzione; alle volte, come nel caso di D'Alema, con un commento personale. Ma il Pd non sembra più intenzionato a fare ostruzionismo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©