Politica / Politica

Commenta Stampa

Da diversi giorni le polemiche sul conflitto di interessi

Profumo e Clini si dimettono dal loro “secondo incarico”

Ora solo ministri: niente poltrona da Cnr e da Science Park

Profumo e Clini si dimettono dal loro “secondo incarico”
31/01/2012, 09:01

ROMA – Entrambi hanno lasciato il loro doppio incarico, quello che ricoprivano prima di essere nominati ministri nella squadra tecnica di Mario Monti. Francesco Profumo, ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, si è dimesso da presidente del Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche, mentre Corrado Clini, attuale ministro dell’Ambiente, si è dimesso dalla presidenza di “Area Science Park” di Trieste, l’Ente pubblico nazionale di ricerca. La decisione è stata divulgata ieri con un doppio comunicato stampa e arriva dopo giorni di polemiche su questo loro “doppio incarico”. Sia Profumo che Clini erano stati nominati alle rispettive presidenze (del Cnr il primo, di Science Park il secondo) in contemporanea: il 13 agosto dello scorso anno, con un provvedimento dell’allora ministro Mariastella Gelmini.
Erano diversi giorni che circolavano polemiche al riguardo, in sedi politiche e sulla stampa, in particolar modo su un presunto conflitto di interessi che avrebbe caratterizzato i due ministri qualora avessero deciso di continuare a mantenere entrambe le occupazioni. Ma, dopo le esitazioni iniziali, è arrivata la decisione di abbandonare la poltrona della presidenza del loro duplice incarico: i due hanno voluto comunque ribadire che, dalla data del giuramento come ministri, avevano già sospeso le loro funzioni da presidenti, passandole ai rispettivi vicepresidenti. Questa decisione comporta l’esclusione da ogni indennità, peraltro, come viene precisato dai diretti interessati, mai percepita anche prima della nomina a ministro.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©