Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Disegno di legge presentato dalla senatrice Spadoni Urbani

Pronta la legge del Pdl per i farmacisti obiettori


Pronta la legge del Pdl per i farmacisti obiettori
29/04/2010, 16:04

ROMA - Nuova legge proposta da una senatrice del Pdl, dal titolo molto esplicativo: "Disposizioni in materia di obiezioni di coscienza dei farmacisti nella dispensa dei farmaci rientranti nella contraccezione di emergenza". In pratica, secondo la senatrice Ada Spadoni Urbani, proponente della legge, bisognerebbe dare questa "possibilità" ai farmacisti, come viene data ai medici per l'aborto: "I farmacisti, anche se semplicemente dispensatori di farmaci, non possono essere costretti ad agire contro scienza e coscienza, quali semplici esecutori di scelte altrui. L'obiezione di coscienza non contesta la legge: è diversa dalla disobbedienza civile o dalle azioni positive volte a migliorare l'ordinamento giuridico. L'obiezione di coscienza deve essere ritenuta un diritto fondamentale e un'esigenza del bene comune: è proprio di una società giusta che non ci siano costrizioni di tale genere".
Certo c'è da chiedersi quale sia "l'esigenza del bene comune", nel negare un farmaco, anche se contraccettivo, a chi lo chiede. In realtà si tratta di una scusa per far creare un canale parallelo di farmaci sottobanco a caro prezzo, esattamente come succede oggi per l'aborto, dove molti dei medici obiettori in ospedale fanno sparire le obiezioni nei loro studi a pagamento.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©