Politica / Politica

Commenta Stampa

La legge elettorale rinviata di una settimana

Pronti alla staffetta Letta-Renzi, con la benedizione del Quirinale?


Pronti alla staffetta Letta-Renzi, con la benedizione del Quirinale?
11/02/2014, 19:16

ROMA - Appare sempre più vicina, al di là delle dichiarazioni dei diretti interessati, una staffetta tra Enrico Letta e Matteo Renzi al vertice del governo. Infatti si moltiplicano le indiscrezioni a tal proposito, e i fatti sembrano confermali. Per esempio, il fatto che il Presidente del Consiglio si sia incontrato oggi con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, prima della partenza di quest'ultimo per il Portogallo. 

Una staffetta che però vede la contrarietà di Forza Italia, come dimostrano le parole del capogruppo alla Camera, Renato Brunetta: "Siamo contrari ad un governo Renzi perchè di fatto avremmo, in poco più di due anni, il terzo presidente del Consiglio senza legittimazione popolare. L'accordo tra Berlusconi e Renzi riguardava la legge elettorale e le riforme istituzionali. Noi continuiamo a volere realizzare quanto pattuito. Si approvi al più presto la legge elettorale e si avviino le riforme istituzionali, senza perdere altro tempo. Che Letta governi, se ne è capace, e che il Pd lo sostenga, se lo ritiene ancora opportuno. In caso contrario, lo ripetiamo, si faccia la nuova legge elettorale e poi si ritorni al popolo sovrano". 

Intanto, nuovo rinvio di una settimana per la legge elettorale. Sono stati approvati tre emendamenti del relatore Francesco Paolo Sisto e quindi è stato dato tempo fino a venerdì prossimo per presentare i subemendamenti. A quel punto verrà deciso quando trattare in aula la legge. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati