Politica / Politica

Commenta Stampa

Analisi e verifiche entro settembre 2013

Proposto da Baretta l'emendamento “salva esodati”


Proposto da Baretta l'emendamento “salva esodati”
11/11/2012, 10:37

ROMA - Forse è arrivata la tanto sospirata soluzione per gli esodati.

E’ quanto è stato comunicato dal capogruppo Pd in commissione Bilancio della Camera e relatore del ddl stabilità, Pier Paolo Baretta : “Il nodo degli esodati viene risolto non solo con i 100 milioni già previsti, ma anche con i risparmi che si potranno ricavare dai 9 miliardi già stanziati per la platea dei primi 120mila salvaguardati. Viene così offerta una copertura ampia e risolutiva per l'arco di tempo di competenza della legge di stabilità al delicato problema degli esodati. Noi relatori ci siamo assunti la responsabilità di chiudere una fase di discussione e di avviare finalmente la fase legislativa. Mi auguro che la Camera e il Governo condividano il testo”. 

Secondo il suddetto provvedimento i 100 milioni, che saranno necessari per sostenere la tutela degli esodati, dovrebbero essere ricavati dalle risorse stabilite precedentemente.

Anche il sottosegretario all'Economia, Polillo, si era pronunciato in merito: “Per risolvere la questione abbiamo già un provvedimento scritto e ci sarà un’autocopertura che poi verificheremo anno per anno”.

Secondo l’emendamento, verrà assicurato anche un controllo continuo attraverso i dati ricavati dall’Inps, tale controllo sarà effettuato entro la data del 30 settembre del 2013.
Attraverso questo riscontro si potrà analizzare, volta per volta , se ci sarà la necessità di introdurre

risorse aggiuntive per salvaguardare gli esodati, in tal caso l’emendamento prevede che le risorse necessarie potranno essere ricavate sfavorendo le pensioni maggiormente più cospicue.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©