Politica / Politica

Commenta Stampa

Protesta dei "Pensionati" in Piazza Montecitorio a Roma


Protesta dei 'Pensionati' in Piazza Montecitorio a Roma
12/03/2012, 09:03

Come annunciato nel corso delle molteplici manifestazioni svoltesi nel corso di questi primi mesi del 2012 in varie località della Province di Napoli e della Campania, il Partito Pensionati, ha spostato nella Capitale la sua azione di protesta in difesa dei Pensionati, oggetto di un vero e proprio attacco punitivo da parte dello Stato.
Una folta rappresentanza dei pensionati napoletani, alla presenza della stampa scritta e parlata, si è riunita nelle prime ore del mattino nella Sala Capranichetta dell’Hotel Nazionale, in Piazza Montecitorio a Roma, per ascoltare dalla voce del segretario del Partito Pensionati della Campania, Fortunato Sommella, i motivi per cui è stato necessario far sentire la rabbia dei Pensionati nei confronti di una classe politica che ha abdicato al suo ruolo primario di difesa dei più deboli e dei più bisognosi di tutela.
Gli aumenti delle addizionali comunali e regionali, delle bollette di luce, gas, acqua, benzina, sanitari, l’introduzione del nuovo ISEE, i ticket della sanità, le liste di attesa, le restrizioni sulle invalidità civili, le indiscriminate attribuzioni di indebiti INPS, l’IMU, la TARSU, l’aumento dell’IVA, hanno provocato un iniquo abbassamento del potere di acquisto delle pensioni delle fasce più deboli della popolazione.
Alla fine della conferenza stampa al grido “non ce la facciamo più” i Pensionati convenuti si sono portati sotto il Palazzo della Camera dei Deputati scandendo slogans contro la classe politica e il Governo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©