Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Bertolaso non darà le dimissioni, conferamate 120 assunzioni

Protezione Civile Spa, la Camera conferma lo stralcio


Protezione Civile Spa, la Camera conferma lo stralcio
16/02/2010, 17:02

ROMA - A dare la notizia del definitivo e certo stralcio del decreto legge sulla cosiddetta Protezione civile spa è stato direttamente  il relatore del provvedimento, Agostino Ghiglia (Pdl). La proposta, avanzata dal governo nel tentativo di migliorare la gestione della Pc privatizzandone una parte, è stata molto discusso ed, prima di "morire" definitivamente alla Camera, ha attraversano un travagliato iter all'interno del Parlamento. Dopo la votazione espressa dai deputato, quasi tutto l'articolo 16 del provvedimento per la privatizzazione è stato cancellato; lasciando esclusivamente un comma riguardante la gestione della flotta aerea anti-incendio. Qualche cronista a chiesto a Ghiglia se, al Senato, il governo intenderà utilizzare l'oramai sempre più inflazionato mezzo della fiducia. Risposta? "Vedremo".
Al contempo, Guido Bertolaso, indagato per corruzione a causa di una presunta cattiva gestione degli appalti per i grandi eventi, ha abbandonato ogni smania dimissionaria ed ha confermato che resterà ben saldo alla guida della Protezione civile dichiarando infatti che:"Bertolaso per il momento è dimissionario, ma visto che il governo gli ha respinto le dimissioni continua a fare il suo mestiere e il suo dovere. Dopodiché, domani vedremo". Tra le parti più discusse ed osteggiate dall'opposizione nel decreto di legge esaminato alla Camera c'era quella riguardante lo "scudo penale" per tutti i commissari interessati alla risoluzione-gestione del problema rifiuti in Campania. Alla fine tale forma di tutela è stata abolita ma, come ha precisato Ghiglia, sono rimasti alzati gli scudi per gli ambiti amministrativi e civili.
Niente poi vigilanza sulla Croce Rosse per la Pc ma riconferma della gestione delle carceri e, punto molto poco chiaro, confermate anche le 120 assunzioni che erano legate alla nascita della Protezione Civile spa e che dunque non avrebbero più dovuto trovare giustificazione. Evidentemente, le promesse d'assunzione fatte prima dell'inchiesta di Firenze, non potevano più essere disattese per nessuna ragione.
Aggiunti però anche nuovi provvedimenti; come ad esempio l'esenzione dalle tasse per sei mesi dei territori colpiti da calamità naturali. La maggioranza comunque non ha fatto mistero di aver deciso di non forzare per l'approvazione del decreto per la privatizzazione parziale dopo l'inchiesta portata avanti dai magistrati fiorentini ed i conseguenti 4 arresti e 28 indagati (tra cui Bertolaso ed il coordinatore del Pdl Denis Verdini).
Proprio Bertolaso, uscito dalla Camera, ha commentato così la decisione dello stralcio:"L'importante è che non sia stata cancellata completamente la Protezione civile. La spa era una struttura aggiuntiva... doveva essere solo una struttura di servizio per rendere la Protezione civile, quella vera, più agile, più funzionale e più concentrata sulle vere attività di sua competenza".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©