Politica / Regione

Commenta Stampa

Napoli, costruttori edili intesa per fronteggiare la crisi

Protocollo firmato tra Acen e Anci per partenariato


.

Protocollo firmato tra Acen e Anci per partenariato
25/02/2010, 15:02

NAPOLI - Promuovere il ricorso al sistema del partenariato tra pubblico e privato per fronteggiare la crisi che investe il settore delle costruzioni. Questo l'obiettivo del protocollo d'intesa siglato oggi fra l'Associazione dei costruttori di Napoli (Acen) e l'Associazione dei Comuni italiani (Anci). A firmare il documento, il presidente dell'Acen Rodolfo Girardi e il presidente dell'Anci Campania, Nino Daniele, nel corso dell'incontro che si è svolto nella sede dell'Acen sul tema 'Partenariato pubblico privato: un'opportunità per gli enti localì. Il protocollo prevede la creazione e l'apertura di uno sportello, presso la sede dell'Anci, che vedrà la presenza di personale specializzato delle due associazioni, per indirizzare sulle procedure i Comuni che lo richiedono, per verificare i presupposti di fattibilità tecnica e finanziaria delle idee progettuali, per avviare un'analisi del territorio per individuare esigenze infrastrutturali realizzabili con il partenariato. "L’auspicio - ha detto Girardi - è che l'intesa produca un numero di operazioni concrete, aggiuntive, nuove e che questo strumento venga sperimentato anche dalle Amministrazioni che fino ad oggi non vi hanno fatto ricorso, perché è solo attraverso pubbliche amministrazioni forti e competenti su tali procedure che si può rinforzare e incrementare l'utilizzo delle stesse". Un mercato, quello del partenariato, che secondo i dati pubblicati su I.Co.Na, mensile dell'Acen realizzato in collaborazione con il Cresme, che in Italia si sta consolidando, raggiungendo nel 2009, il 31 per cento del totale del mercato nazionale delle grandi opere pubbliche. Dati su cui la Campania presenta un allineamento raggiungendo un 30 per cento. Una collaborazione che come ha spiegato il presidente dell'Anci Daniele "nasce per fare in modo che le attività di partenariato pubblico privato possano diventare un'effettiva leva contro la crisi profonda che morde le nostre comunità, per rilanciare in modo qualificato le attività dell'edilizia e delle opere pubbliche, dando sostegno alle imprese e affrontare così il problema dell'occupazione". Il partenariato, così come affermato dalla vice presidente dell'Acen Roberta Ajello, "in un momento in cui gli investimenti in costruzione registrano un dato negativo del 3,8 per cento in Campania, diventa strumento importante e indispensabile per attivare investimenti privati". Tra il 2006 e il 2009 in Campania, si è costruito, facendo ricorso al partenariato, per la realizzare cimiteri (27 per cento), reti (19 per cento) e parcheggi (15 per cento). Numeri che vedono un incremento del settore della riqualificazione urbana (18 per cento) se si prende in considerazione il valore stanziato per le opere. Gare che seppur bandite non sempre arrivano ad aggiudicazione: nel 2009, infatti, su 45 gare solo 23 sono state assegnate. Uno strumento a cui in Campania si fa ricorso, per il 73 per cento, per opere pubbliche di importo non superiore ai 10 milioni di euro, mentre in Italia la percentuale é pari all'87 per cento.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©