Politica / Regione

Commenta Stampa

Provincia di Napoli: 5 comuni al ballottaggio

A Casoria partita aperta tra Iodice e Carfora

Provincia di Napoli: 5 comuni al ballottaggio
17/05/2011, 11:05

Il forte astensionismo è il dato da cui bisogna partire. I cittadini hanno dimostrato il proprio dissenso nei confronti delle istituzioni, anche perché in molti comuni della provincia di Napoli, si è andato a votare con i rifiuti davanti ai seggi elettorali. Vittorie inaspettate, qualche amara sconfitta: la voglia di cambiamento si fa sentire anche nella provincia di Napoli.  Soprattutto laddove si sono ricandidati i Sindaci uscenti. Cinque i comuni al ballottaggio: Casoria, Grumo Nevano, Marano di Napoli, Poggiomarino, Villaricca.
A Casoria sconfitto Stefano Ferrara, nonostante il 12, 73% raggiunto con la lista del Pdl. Si contendono la poltrona di sindaco Massimo Iodice con il 37,10% e Vincenzo Carfora con il 33,47%. Sarà una sfida interessante quella di Casoria: da un lato Iodice, appoggiato da liste civiche, Forza del Sud e Udc (quest’ultimo primo partito a Casoria con il 14,23%), dall’altro Carfora che al primo turno ha corso con Alleanza per l’Italia, Italia dei Valori, Partito Democratico e Futuro e Libertà e Impegno. “E’ stata una campagna elettorale non certamente semplice. Adesso dobbiamo impegnarci per il ballottaggio, Iodice ha tutti i numeri per farcela”, queste le parole di Gennaro Cozzolino, coordinatore cittadino di Forza del Sud, il movimento di Miccichè, che a Casoria ha raggiunto il 4,91%.
Ballottaggio anche per Grumo Nevano. Fiorella Bilancio, sindaco uscente e sfiduciato proprio dai suoi fedelissimi, ne esce totalmente sconfitta. Liste deboli che le regalano una percentuale totale di 11,89. Cattive acque anche per Rino Maisto: anche per lui i candidati messi in campo dalle liste hanno tirato pochissimo, con l’aggravante di un Terzo Polo praticamente inesistente. Sfida aperta quindi tra Alessandro Grimaldi che, insieme alle liste civiche che lo hanno appoggiato,  si ferma al 32,89% e Vincenzo Brasiello (28,97%), candidato di centro sinistra.
A Marano la partita sarà all’ultimo voto tra un centro destra unito al Terzo Polo, rappresentato da Ferdinando Scotto con il 37,62% e Mario Cavallo, esponente di una coalizione di centro-sinistra che ha raggiunto il 36,64%. Fondamentale potrà essere l’apparentamento di Cavallo con la coalizione di Sel e Idv capeggiata da Muro Bertini, che ha raggiunto il 25, 72% dei voti.
A Poggiomarino vanno al secondo turno Andrea Forno (35,72%), esponente di centro e Annunziata Pantaleone con Partito Democratico e liste civiche. Quest’ultima coalizione si ferma al 33,22%, superando di poco Vincenzo Vastola (31,01%), candidato a sindaco di centro destra.
Francesco Guarino al 44,85%  (centro destra) e Francesco Gaudieri al 37,68% (centro sinistra) si batteranno invece per il comune di Villaricca.
Antimo Silvestre viene rieletto a Casandrino: a nulla è servita la sfiducia dei consiglieri comunali a pochi mesi dalle elezioni che lo avevano visto già vincitore. Il medico alla guida della civica Alleanza nei Valori con il 56,71% batte Alfredo Di Lorenzo che con la lista “Rinnovati Casandrino” si ferma al 43,28%. “Sono emozionato per il risultato raggiunto. Onoreremo la fiducia degli elettori, rimettendoci nuovamente al lavoro per il paese”, queste le parole del neo sindaco a pochi minuti dall’esito delle elezioni.  
Sconfitto a Melito anche Antonio Amente, timoniere di una coalizione di centro destra, eletto nel 2008 e sfiduciato da 19 consiglieri comunali che posero fine all’esperienza amministrativa. Il nuovo sindaco si chiama Venanzio Carpentieri con il 51,86% dei voti.
A Pozzuoli vince il centro destra: Agostino Magliulo evita il ballottaggio alla città con il 50,12% dei voti, superando il suo principale avversario di centro sinistra, Vincenzo Figliolia che raggiunge il 42,64%.
Vince il centro destra a Quarto: larghi consensi per  Massimo Giarrusso Carandente, che con il 60,52% supera di gran lunga Sauro Secone, che con l’appoggio del centro sinistra raggiunge solo il 29,58%.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©