Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Quagliariello: nei talk-show un solo esponente del Pdl


Quagliariello: nei talk-show un solo esponente del Pdl
07/05/2010, 13:05

ROMA - D'ora in poi i talk show dovranno ospitare solo un esponente del Pdl, per evitare che vengano dette cose differenti, date le divergenze esistenti tra i finiani e la maggioranza del Pdl. E' quanto ha affermato il deputato del Pdl, Gaetano Quagliariello, in una intervista alla Stampa: "Nessuno nega che si sia creata una dissidenza all'interno del Pdl e che lo scontro tra Fini e Berlusconi sia avvenuto. Era assolutamente normale che la stampa ne desse notizia, che le trasmissioni tv di approfondimento politico mettessero in evidenza il fatto invitando esponenti delle due diverse posizioni. Normale per la settimana successiva a quanto accaduto. Non possiamo pensare che da adesso in avanti diventi un'abitudine che due persone elette tra le file dello stesso partito vengano invitate nei salotti del piccolo schermo in quanto portatori di due posizioni diverse".
A stretto giro di posta arriva la reazione del finiano Briguglio, anche lui nelle file del Pdl: "L'amico Quagliarello vorrebbe imporre che nei talk-show il Pdl sia rappresentato da un solo esponente. Che vogliamo fare? Mandare un documento del partito alle redazioni perché si uniformino?".
Ma questo è l'esempio di come nel Pdl interpretano il rapporto con la televisione: non conta altro che andare in TV a raccontare tutti la stessa storiella; il resto sono dettagli. Ma soprattutto è la chiara dimostrazione di come nel Pdl non c'è il concetto di libertà in niente. Non è neanche permesso esprimere una propria idea che non sia stata approvata e vidimata. Ed è libertà questa?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©