Politica / Napoli

Commenta Stampa

Alla Julie parla il capogruppo PDL in consiglio comunale

Quartieri a luci rosse, Lanzotti: "Il sindaco vuole provocare"

"Saremo anche propensi al Parco dell'Amore"

.

Quartieri a luci rosse, Lanzotti: 'Il sindaco vuole provocare'
23/08/2012, 12:16

NAPOLI - La lotta alla prostituzione non si concretizza con la creazione di quartieri a luci rosse. L’idea lanciata da sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, di creare nella città partenopea uno spazio riservato alle professioniste del sesso trova le critiche dei movimenti cattolici oltre che la presa di posizione da parte dell’opposizione consiliare. No ai quartiere a luci rosse, ma avanti tutta con la lotta alla prostituzione in strada. A parlare alla Julie, è il consigliere comunale del Popolo della Libertà, Stanislao Lanzotti: “L’obiettivo principale è levare la prostituzione dalla zona est di Napoli. Ma come al solito il sindaco cerca di girare attorno al problema. La scelta dei quartieri a luci rosse è certamente migliore di quanto abbiamo adesso, ovvero chilometri di marciapiedi su cui passeggiano le prostitute. Permette a chi vuole liberamente esercitare questo ruolo di farlo in modo privato e sicuro. Ma non è un’idea che risolve il problema della prostituzione in se, dietro cui c’è la mano della camorra”. Così non si elimina la mano della criminalità organizzata che c’è dietro la giostra del sesso, insomma. Lanzotti è convinto che la strada da intraprendere può essere diversa, e di questo si è discusso all’incontro avvenuto tra i rappresentanti del Pdl cttadino nella giornata di ieri, in cui c’è stata occasione di analizzare anche un’altra idea “demagistriana”, la creazione del “Parco dell’Amore”: “Noi saremo anche favorevoli al parco dell’amore, e siamo stati noi a chiedere un consiglio monotematico sul tema. Le critiche dei cattolici? E’ normale e naturale che loro non vedano di buon occhio la proposta del sindaco. Io quella di De Magistris la vedo come una provocazione”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©