Politica / Regione

Commenta Stampa

Quattro Centri di aggregazione destinati ai ragazzi nasceranno in Campania grazie al PON Sicurezza


Quattro Centri di aggregazione destinati ai ragazzi nasceranno in Campania grazie al PON Sicurezza
25/07/2011, 13:07

Quattro Centri di aggregazione destinati ai ragazzi nasceranno in Campania grazie al PON Sicurezza. Tra le azioni strategiche del Programma cofinanziato dall’Unione Europea vi è infatti la creazione di luoghi di incontro e socializzazione destinati ai giovani. Spazi dove i ragazzi possano avvicinarsi ad esempi positivi e conoscere il valore della legalità e del rispetto delle regole grazie a conferenze e dibattiti organizzati da rappresentanti delle istituzioni e del mondo dell’associazionismo.

A San Potito Ultra (AV) il Centro si chiamerà “Cittadella della legalità” e sarà realizzato in un immobile di proprietà comunale di 400 mq che si trova in via Lammia. In parte l’edificio ospita già un centro sociale, dove si svolgono lezioni di musica, corsi di formazione, convegni. I lavori di ristrutturazione finanziati dal PON Sicurezza con oltre 330mila euro riguarderanno il piano seminterrato, le aree esterne e il primo piano - al momento inagibile - dove troverà spazio una sala multimediale per l’educazione alla legalità. Le attività che saranno organizzate all’interno del Centro saranno rivolte sia ai giovani che alle famiglie.

Ancora in provincia di Avellino, ma a Nusco, verranno recuperati due edifici di proprietà comunale per la realizzazione del Centro di aggregazione giovanile ‘Civitas Felix’. Il PON Sicurezza ha stanziato 1.483.400 euro per i lavori di recupero e adeguamento dei due immobili in via Fontanelle. Anche qui è prevista l’attivazione di una serie di laboratori destinati ai giovani: musica, teatro, informatica, arte e artigianato. Ci sarà inoltre una sala polifunzionale, una per esposizioni e mostre e un laboratorio per la diffusione della legalità. Il Centro sarà aperto ai giovani della provincia di Avellino, in particolare a quelli residenti nell’Alta Irpinia.

Sempre in Campania, ma in provincia di Napoli, a Palma Campania, verrà realizzato il progetto “Legalità e aggregazione per un mondo migliore”. Le risorse di 1.489.000 euro serviranno a ristrutturare un edificio di due piani in via Lauri. Il Centro, ben collegato con tutti i paesi dell’area vesuviana grazie alla Circumvesuviana, ospiterà una sala polifunzionale, laboratori di teatro, musica e un laboratorio dedicato espressamente ai temi della legalità con convegni, incontri, testimonianze e presentazioni di libri.

Ad Angri, in provincia di Salerno, verrà invece restaurata, con 1.490.000 euro, l’ex biblioteca comunale di via Incoronati che diventerà un Centro di aggregazione giovanile per l’Agro Noverino-Sarnese. L’immobile di 4 livelli, nel centro storico, una volta terminati i lavori ospiterà una biblioteca per ragazzi, un laboratorio musicale, uno di teatro, uno multimediale e uno per la diffusione della cultura della legalità. Vi sarà poi un’aula di lettura, una sala polifunzionale, un laboratorio per incontri di associazioni e scolaresche.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©