Politica / Parlamento

Commenta Stampa

QUINTO TERMOVALORIZZATORE, BARBATO (IDV): UNA PROVOCAZIONE


QUINTO TERMOVALORIZZATORE, BARBATO (IDV): UNA PROVOCAZIONE
02/10/2008, 09:10

L'annuncio del premier sulla necessità di un quinto termovalorizzatore in Campania, che fonti localizzerebbero addirittura nel territorio di Taverna del Re a Giugliano, una zona già gravemente compromessa, rappresenta una vera e propria provocazione e uno schiaffo ai cittadini che lottano per difendere il proprio territorio". Lo dice in una nota il parlamentare dell'Italia dei Valori Franco Barbato, replicando a quanto affermato dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a Napoli.

"La verità – ha aggiunto Barbato - è che le grandi lobbies economiche vogliono solo fare soldi sulla pelle dei cittadini attraverso l'infernale meccanismo degli incentivi statali agli impianti di incenerimento. Numeri alla mano, già quattro termovalorizzatori sono estremamente sovradimensionati rispetto alla produzione di rifiuti della Campania, figuriamoci cinque". "Peraltro - ha proseguito il parlamentare - di sola acqua necessaria per il raffreddamento e la manutenzione di una tale impiantistica, come segnalano autorevoli pareri, occorrerà una portata di acqua pari a non meno il 10% del fabbisogno idrico di una città come Napoli". "Berlusconi - ha concluso Barbato - vuole dunque legalizzare un enorme scempio sulla pelle dei cittadini e dell'ambiente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©