Politica / Parlamento

Commenta Stampa

QUIRINALE SU PETRELLA: GRAZIA SPETTA AL PRESIDENTE


QUIRINALE SU PETRELLA: GRAZIA SPETTA AL PRESIDENTE
09/07/2008, 13:07

 

Un accenno di caso internazionale, tra Italia e Francia, sulla vicenda di Marina Petrella, ex Br.

Il Quirinale risponde all’Eliseo, che con Sarkozy aveva dato l’ok all’estradizione ma con auspicio di grazia in terra italiana.

E allora ecco il testo del Colle: “A proposito di dichiarazioni rese alla stampa insieme con l'annuncio della estradizione dalla Francia di persona condannata all'ergastolo per molteplici, gravissimi delitti di terrorismo e finora latitante, negli ambienti del Quirinale si precisa che in materia di provvedimenti di grazia, qualsiasi auspicio o appello al capo dello Stato italiano deve tener conto delle norme vigenti e della giurisprudenza costituzionale, delle condizioni che ne sono dettate per l'esercizio del potere di grazia attribuito al Presidente della Repubblica e infine delle valutazioni di ordine generale che insindacabilmente gli spettano”.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©