Politica / Politica

Commenta Stampa

Viene annullata la terza preferenza se non c'è alternanza

Quote rosa: accordo per le Europee, solo M5S dice no


Quote rosa: accordo per le Europee, solo M5S dice no
20/03/2014, 10:34

ROMA - Dovrebbe essere stato raggiunto al Senato un accordo tra i partiti per modificare la legge elettorale in vista delle elezioni europee. L'accordo si articolerebbe su due modifiche. La prima è una norma transitoria, in vista delle elezioni europee che si terranno il 25 maggio prossimo, e prevede l'annullamento della terza preferenza (queste elezioni sono proporzionali e con tre preferenze) se non c'è alternanza di genere. Insomma, chi metterà tre nomi maschili o tre nomi femminili come preferenze, si vedrà cancellato l'ultimo. 

Oltre a questo c'è poi la norma definitiva, in vigore dal 2019, che prevede il 50% di uomini e donne, mentre i capilista dovranno essere di sesso diverso. Qualora queste norme non venissero rispettate, sarà l'ufficio di lista a spostare o a cancellare i nominativi in modo da mantenere la parità. Se per esempio un partito presenterà una lista con 5 uomini e tre donne, saranno cancellati gli ultimi due nomi maschili della lista. 

Pd, Forza Italia e Ncd si sono detti favorevoli. L'unico partito contrario è M5S, che ha parlato di un "accordo truffa ai danni delle donne".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati