Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RAI: ATTACCHI DEL PDL A FABIO FAZIO


RAI: ATTACCHI DEL PDL A FABIO FAZIO
09/12/2008, 09:12

Apriti cielo: Fabio Fazio ha osato invitare, nella sua trasmissione "Che tempo che fa" il Governatore della Sardegna, Renato Soru, dopo che la settimana scorsa aveva invitato il Segretario del Partito Democratico Walter Veltroni. L'apparizione di due personaggi di centro sinistra, ad una settimana di distanza l'uno dall'altro, deve essere sembrato un oltraggio agli esponenti del PdL, abituati a monopolizzare con la loro presenza costante ed indisturbata tutte le trasmissioni di approfondimento politico. Tant'è che il primo a scagliarsi contro il talk show del week end è stato il capogruppo al Senato, Maurizio Gasparri, che ha chiesto di sapere quali regole vigano in RAI, se è permessa l'apparizione di due esponenti del centrosinistra. In questo appoggiato dal Presidente della Commissione di Vigilanza RAI, Riccardo Villari, che ha annunciato che chiederà al direttore di Rai Tre Paolo Ruffini i dati delle presenze televisive della stagione. "La Destra chiama e Villari risponde" è stato il caustico commento di Vincenzo Vita, membro della Commissione di Vigilanza RAI in quota PD.

Nel frattempo, Villari continua ad andare avanti nel suo ruolo di Presidente della Commissione di Vigilanza RAI, anche se prende le decisioni solo con la maggioranza, visto che l'opposizione sta disertando in massa le sedute della Commissione. Tra i temi della prossima riunione, oltre al caso Fazio, anche l'esercizio dei poteri di vigilanza della Commissione e quesiti a risposta immediata da rivolgere alla RAI. Mentre, a livello politico, continuano i contatti tra maggioranza ed opposizione, resi più difficili anche dal fatto che Villari non intende dimettersi e non esiste la possibilità di sfiduciare un presidente di Commissione (oltre al fatto che chiaramente in questa maniera Villari è troppo utile alla maggioranza, a cui non conviene sfiduciarlo, ndr). In ogni caso c'è da risolvere il nodo della elezione del Consiglio di Amministrazione della RAI, scaduto ormai da sei mesi. Il PD ha avuto ampie rassicurazioni sul fatto che, essendo sette dei nove membri scelti dalla commissione, il PdL non attuerà un colpo di mano. Inoltre, la presenza del PD è indispensabile per eleggere il Presidente della commissione. Naturalmente, se il PD crede ancora a Babbo Natale e alle promesse degli esponenti del PdL...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©