Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Accordo da rifare tra PdL e PD

RAI: De Bortoli rinuncia alla presidenza


RAI: De Bortoli rinuncia alla presidenza
09/03/2009, 09:03

Pareva che fosse stato raggiunto l'accordo tra PD e PdL per il nuovo presidente RAI (che per legge viene indicato dal Ministro del Tesoro, ma necessità dell'approvazione di 24 componenti sui 40 della Commissione di Vigilanza RAI) nella persona di Ferruccio De Bortoli. Ex direttore del Corriere della Sera ed ora del Sole24Ore, è stato proposto dal PD e Berlusconi non ha avuto da obiettare. Ma si è saputo che il giornalista ha rifiutato l'incarico.
Adesso però il PdL deve trovare un altro nome da concordare con il PD. Anche perchè il Cavaliere ha fretta: tra poco iniziano le campagne elettorali per le europee e per le amministrative del 6-7 e 20-21 giugno prossimi per i ballottaggi. E quindi ha bisogno di passare, prima di quella data, la poltrona di TG1 ad un suo fedelissimo, per poter avere il massimo della propaganda sulla ammiraglia RAI: infatti per questo ruolo circolano già i nomi di Maurizio Belpietro (già direttore de "Il Giornale" e di "Panorama", si è sempre dimostrato abile nel manipolare i fatti) e di Clemente Mimun (ha già dimostrato il suo servilismo per Berlusconi sia a Rai2 che adesso a Canale 5). Per il TG2 si parla - oltre che di Mimun - anche di Mario Orfeo, direttore del Mattino di Napoli, altro esponente di destra. Per RAI3, che resta l'unica piccola riserva non nelle mani di Berlusconi (per ora), nel mondo della TV, si parla di Antonio Caprarica, ex inviato RAI ed adesso direttore del Giornale Radio RAI.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©