Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RAI e Mediaset censurano trailer sul film "Videocracy"



RAI e Mediaset censurano trailer sul film 'Videocracy'
27/08/2009, 14:08

Nuovo episodio di censura di RAI e Mediaset, nei confronti dell'ultimo film di Erik Gradini, intitolato "Videocracy". Il film è un resoconto degli ultimi 30 anni della crescita TV in Italia, e quindi il punto focale del film è il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. La RAI ha giustificato la censura dicendo che il trailer è un attacco contro il governo; Mediaset ha usato una risposta simile.
Eppure Videocracy, a giudicare da quello che dice il regista, non è che un resoconto dello sviluppo della TV. Quindi perchè questa censura? Sarebbe interessante saperlo. E soprattutto è curiosa la similitudine delle risposte date da Mediaset e RAI. E se è normale che Mediaset lo rifiuti, per non disturbare la continua propaganda berlusconiana, meno normale è il rifiuto RAI, visto che non è di proprietà di Berlusconi. O mi sbaglio?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©