Politica / Parlamento

Commenta Stampa

RAI-CONSULTA: NIENTE ACCORDO COL PD, PDL PROCEDE CON L'AIUTO DI UDC E RADICALI


RAI-CONSULTA: NIENTE ACCORDO COL PD, PDL PROCEDE CON L'AIUTO DI UDC E RADICALI
16/10/2008, 12:10

Saltato l'eventuale accordo tra PdL e PD per la nomina di Pecorella alla Corte Costituzionale, da oggi il Parlamento è riunito ad oltranza in seduta comune per l'elezione del Giudice per la Consilta. Anche se il PdL ha solo 517 voti contro i 571 necessari, è probabile che prima o poi ce la faccia ad eleggere il legale di Berlusconi, dato che può contare sull'aiuto dell'UDC e dei radicali eletti col PD. L'unica difficoltà sarà solo avere tutti i suoi componenti presenti in aula. Intanto la prima votazione è stata fatta, ma Pecorella ha avuto solo 445 voti. Stranamente altri parlamentari del PdL hanno ricevuto dei voti: Ghedini, Donato Bruno ed Enrico La Loggia.

Resta invece bloccata la situaizone per quanto riguarda la Commissione di Vigilanza RAI, per la quale a questo punto si apre una questione che va al di là della scelta del Presidente. Infatti, se la maggioranza consentirà l'elezione di Orlando, va bene; ma se continuerà a fare ostruzionismo o se il PD dovesse cambiare candidato, si aprirebbe l'ennesima questione della libertà nel nostro Paese, oltre ad essere l'ennesima dimostrazione che il PD è più interessato a leccare le briciole che a fare opposizione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©