Politica / Politica

Commenta Stampa

Susanna Camusso replica alle parole del ministro Fornero

Rammarico Governo su riforma lavoro? "Lacrime di coccodrillo"


Rammarico Governo su riforma lavoro? 'Lacrime di coccodrillo'
24/03/2012, 12:03

ROMA - Il segretario generale della Cigl, Susanna Camusso (nella foto), replica alle dichiarazioni, di seguito elencate,  del ministro del Lavoro Elsa Fornero, pronunciate al  Forum della Confcommercio a Cernobbio, in merito alla riforma del lavoro: ''Debbo dire che c'e' un po' di rammarico da parte mia che alla fine la riforma non e' condivisa pienamente, ma e' una buona riforma''. La riforma del mercato del lavoro ''non poteva non generare contrasti, passioni, diciamo antagonismi ma anche concordia e noi questa concordia l'abbiamo cercata senza mai esasperare i toni''.
Per la Camusso, invece il Governo, ''aveva tutte le condizioni per non doversi rammaricare, le trovo un po' lacrime di coccodrillo''.  Già ieri,  dopo il Consiglio dei ministri, la CGIL aveva confermato  il suo giudizio negativo sulla riforma, di seguito la nota del sindacato:  
 “Il Governo, costretto dal dibattito che si è aperto nel Paese, ha deciso di scegliere lo strumento legislativo del Disegno di legge. Il Governo la smetta di dire che sarà riservata particolare attenzione all'intento di evitare abusi perché per evitare gli abusi nei licenziamenti c'è solo il reintegro”.
“Pertanto – si legge - noi continueremo comunque a chiedere al Parlamento di modificare le parti di riforma che non vanno bene. Riconfermiamo quindi tutte le iniziative di mobilitazione già proclamate che accompagneranno l'iter della riforma in Parlamento. In ogni caso le iniziative di protesta e mobilitazione che sono già partire in questi giorni, spesso anche unitarie, rendono molto chiaro ed evidente il pensiero del mondo del lavoro di fronte a tutto il Paese”.
“Aspettiamo di vedere – finalmente - il testo della proposta di riforma per poter fare una valutazione più compiuta”.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©