Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Reddito di cittadinanza: Porfidia, PDL sempre contro fasce sociali più deboli


Reddito di cittadinanza: Porfidia, PDL sempre contro fasce sociali più deboli
10/06/2010, 13:06


 ROMA - "Tagliare il reddito di cittadinanza significa condannare alla fame migliaia di persone” questo il commento dell’on. Americo Porfidia in merito al taglio operato dalla giunta Caldoro. “Siamo coscienti – aggiunge il deputato campano - che le amministrazioni precedenti hanno lasciato un’eredità finanziaria molto debole, sappiamo che il paese tutto è investito da una crisi economica di drammatica entità e che il governo ha lasciato ricadere sugli enti locali il compito di stralciare molte voci di spesa per garantire i bilanci, sappiamo tutto questo, ma come sempre il PdL fa ricadere i pesi maggiori sulle fasce più deboli della popolazione. In questo caso non si tratta nemmeno di sacrifici, qui si tratta della dignitosa sopravvivenza di migliaia di persone che senza sussidio si troveranno catapultate nella povertà piena. Togliere 350 euro al mese ad una famiglia bisognosa è come staccare l’aria ad un malato grave. E’ una misura che sfiora la disumanità. Mi auguro – conclude Porfidia – che la giunta Caldoro si renda conto che quei soldi valgono la vita di migliaia di persone e che è doveroso vengano recuperati da altri settori della società, magari dai ceti benestanti che un sacrifico possono si permetterselo senza rischiare di perdere il pane quotidiano”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©