Politica / Politica

Commenta Stampa

Referendum, Formisano (IDV): "abolire porcellum e ridare dignità a politica"


Referendum, Formisano (IDV): 'abolire porcellum e ridare dignità a politica'
31/08/2011, 15:08

“Un’ulteriore sfida, dopo quelle gia’ vinte con i referendum su acqua, legittimo impedimento e nucleare attende l’Italia dei Valori. Con la raccolta firme per la modifica della legge elettorale, il cosiddetto ‘Porcellum’, siamo sicuri vincere un’altra battaglia per ridare dignita’ alla politica e restituire al popolo sovrano il diritto di scegliersi liberamente i propri rappresentanti in Parlamento, e porre cosi’ fine alla pratica dei ‘nominati’ nelle assemblee elettive nazionali”.
Ad affermarlo, e’ l’on. Nello Formisano (Idv), segretario regionale campano dell’Italia dei Valori, nel corso di una conferenza stampa tenutasi oggi nella sede regionale campana del partito.
“L’Idv campana dara’ come sempre il proprio contributo e posso dire, sin da ora, che supereremo le 15mila firme, cosi’ come richiesto dal comitato referendario nazionale. I tempi sono ristretti, il termine ultimo e’ la fine di settembre -precisa l’on. Formisano- ma siamo convinti di farcela. La macchina organizzativa e’ gia’ partita. Allestiremo i banchetti in piazza il prossimo 6 settembre, in occasione dello sciopero della Cgil; il prossimo 9 settembre in occasione della venuta a Napoli e in Campania del nostro presidente Antonio Di Pietro, e il giorno successivo (10 settembre ore 16.30, chiostro di Santa Maria la Nova, Napoli), in occasione del convegno ‘Dalla rinnovata partecipazione civica lo stimolo per la ripresa. A partire dal Mezzogiorno’, in cui interverranno varie personalita’ tra cui il sindaco Luigi de Magistris e l’on. Giorgio Benvenuto”.
“Da sabato 4 settembre e domenica 5 per tutti i sabati e le domeniche fino alla fine del mese si potra’ firmare presso appositi gazebo e banchetti allestiti a Napoli in piazza Trieste e Trento”, aggiunge il sen. Lorenzo Diana, responsabile organizzativo regionale campano dell’Italia dei Valori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©