Politica / Regione

Commenta Stampa

Oggi vertice tra Casini e Cesa, De Mita: "Tutto risolto"

Regionali, nodo Caserta: il premier pronto a intervenire


.

Regionali, nodo Caserta: il premier pronto a intervenire
16/02/2010, 13:02

NAPOLI – Tra Pdl ed Udc non c’è ancora nulla di deciso. Gli incontri decisivi per arrivare alla decisione finale sono in programma a Roma, per il momento non è chiaro se il candidato del Pdl, Stefano Caldoro, potrà contare o meno sull’appoggio del partito di Pier Ferdinando Casini (o, per meglio dire, di Ciriaco De Mita). Punto principale della questione, il cosiddetto nodo Caserta: l’Udc rivendica la provincia, sostenendo Domenico Zinzi, parlamentare ed ex presidente del consiglio regionale della Campania; dall’altro, il Pdl sembra irremovibile: per la seconda provincia campana c’è già pronto il senatore Pasquale Giuliano.
Saltata l’ipotesi di far godere il terzo tra i due litiganti: il nome di Riccardo Ventre, ex parlamentare e già presidente dell’ente di Terra di Lavoro, non ha sortito gli effetti sperati.
Le altre forze politiche di Caserta sembrano già concordi per Pasquale Giuliano. Lo si legge in una nota del coordinamento provinciale del Pdl di Caserta, che illustra i contenuti dell’incontro con le delegazioni di Udeur, Mpa, La Destra, Alleanza di Popolo, Alleanza di Centro, Pri, Noi Sud e Nuovo Psi. I partiti, si legge nella nota, “hanno concordemente ribadito le ragioni dell’alleanza con il Pdl in provincia di Caserta, riconoscendo al partito di maggioranza relativa il diritto di esprimere il candidato alla carica di presidente e confermando convinto apprezzamenti nei confronti del senatore Giuliano”.
De Mita, a margine di un convegno in Costiera amalfitana, avrebbe confidato che l’accordo è già stato definito anche se manca l’ufficialità. In attesa del vertice decisivo, fissato per oggi tra Casini e Cesa, il premier Berlusconi resta alla finestra: è già pronto ad intervenire.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©