Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, accordo Agenzia Entrate/Ancot


Regione, accordo Agenzia Entrate/Ancot
23/06/2011, 17:06

Nuovo impulso in Campania all’uso dei canali telematici per colloquiare con il Fisco.

È stato infatti siglato un protocollo di intesa tra il Direttore Regionale dell’Agenzia delle Entrate, Enrico Sangermano e Adolfo Terranova, coordinatore regionale dell’Associazione Nazionale Consulenti Tributari della regione Campania, con lo scopo di incentivarne il ricorso da parte dei professionisti.

L’intesa promuove in particolare tre diversi canali che viaggiano sul web, raggiungibili direttamente dal pc di casa e senza attese agli sportelli:

Ø CIVIS, il canale telematico dedicato agli intermediari abilitati ad Entratel, poi esteso anche agli abilitati a Fisconline, che permette di gestire via web le comunicazioni di irregolarità e gli avvisi telematici relativi al modello Unico Persone fisiche e al modello 770

Ø dc.sac.controllo_automatizzato@pce.agenziaentrate.it, la casella di posta elettronica certificata appositamente dedicata agli intermediari per ricevere assistenza su comunicazioni e avvisi telematici di irregolarità relativi al controllo automatizzato delle dichiarazioni Unico Società di persone, di capitali ed Enti non commerciali

Ø dr.sac.compensazioni.ivaf24@pce.agenziaentrate.it, la casella di posta certificata dedicata ai contribuenti e professionisti dotati di posta elettronica certificata, per ricevere assistenza sulle compensazioni IVA. In particolare, il canale consente di chiedere chiarimenti sullo scarto di pagamenti telematici eseguiti con compensazione di crediti Iva e segnalare l’avvenuta regolarizzazione, tramite ravvedimento, di indebiti utilizzi in compensazioni.

Con l’accordo con l’ANCOT, che fa seguito a quelli già siglati con i Dottori Commercialisti, l’INT, l’ANTI, la Lapet e i Consulenti del lavoro, l’Agenzia delle Entrate della Campania mira a spingere sui “canali virtuali” di assistenza fiscale, il cui utilizzo comporta un significativo risparmio di tempi e spese a fronte di servizi più rapidi ed efficienti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©