Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, approvata la legge: da oggi in poi sospensione diretta per consiglieri indiziati di 416 bis


Regione, approvata la legge: da oggi in poi sospensione diretta per consiglieri indiziati di 416 bis
29/09/2011, 15:09

NAPOLI, 29 SETTEMBRE 2011 – Nella seduta odierna, il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Paolo Romano, ha approvato a maggioranza la proposta di legge, a firma dei consiglieri Sergio Nappi e Angelo Marino, sottoscritta anche da altri consiglieri regionali, con la quale si sancisce la sospensione dalla carica, fino a sentenza definitiva, per il consigliere regionale colpito da vicende giudiziarie per i reati di cui all’art. 416 bis del Codice Penale. Su questo tema il gruppo del Pd, guidato dal proprio capogruppo Giuseppe Russo, ha presentato un emendamento, poi respinto a maggioranza, finalizzato ad abolire il 50% della indennità di carica, che la legge attualmente prevede a favore di coloro che si trovino in tale situazione, sulla base del fatto che “non può essere corrisposto alcun compenso o percentuale di esso quando la funzione non viene esercitata”.

Proseguendo i propri lavori, il Consiglio ha approvato all’unanimità il Regolamento di attuazione dell’art. 11 della l.r. 19/2009 attinente l’adeguamento delle strutture di allevamento animale nell’area sorrentino agerolese alle direttive comunitarie 91/629/CEE e s.m.i. Il Consiglio ha, altresì, approvato all’unanimità, il Regolamento proposto dalla Giunta che disciplina il registro regionale delle associazioni di promozione sociale che è stato introdotto all’esame dell’Aula dalla relazione della presidente della VI Commissione, consiliare permanente, Antonia Ruggiero ed è stato oggetto del plauso dell’assessore regionale competente Ermanno Russo per il quale “il Regolamento mette a sistema tutto il mondo delle associazioni, ed anche le relative situazioni di incompatibilità,ne disciplina le modalità di iscrizione, i requisiti e le caratteristiche, gli ambiti di intervento, affinché la Regione possa avere interlocutori certi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©