Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, bloccato l'ingresso di Roberto Conte in consiglio


.

Regione, bloccato l'ingresso di Roberto Conte in consiglio
02/08/2013, 14:44

NAPOLI - A bloccare il suo ingresso in consiglio, un decreto a firma del premier Enrico Letta notificato dalla Prefettura. E così neanche questa volta,  Roberto Conte può sedersi tra i banchi dell’istituzione regionale. Eletto durante la tornata del 2010 con più di diecimila voti, Conte non ha mai realizzato l’ingresso in assise. Colpa di una condanna in primo grado per concorso esterno per associazione mafiosa. Già due mesi fa la Corte Costituzionale aveva bocciato la legge campana che consentiva la sospensione dalla carica di consigliere regionale fino a sentenza definitiva per chi fosse stato stato condannato in primo grado con l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. Insomma una legge per il reintegro di Roberto Conte. La vicenda lo ha fatto infuriare, poiché l’ex consigliere era prontissimo per entrare in consiglio. Conte rivendica addirittura il suo reintegro a partire dal 4 dicembre 2010, annunciando che si rivolgerà direttamente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, devolvendo in beneficenza tutti gli arretrati che gli spettano. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©