Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione Campania su violenza di genere

Pronti 4,5 milioni di euro

Regione Campania su violenza di genere
09/08/2013, 12:26

NAPOLI - "Ci fa piacere che il Governo abbia varato con un proprio decreto un pacchetto di norme con misure più stringenti e severe per contrastare la violenza di genere ma la Campania è già all'avanguardia su questo fronte con un riparto di 4,5 milioni di euro, provenienti dal Fondo Nazionale Politiche Sociali, che consentirà di qui a qualche settimana di attivare in ogni Ambito territoriale un centro antiviolenza". E' quanto dichiara l'assessore regionale all'Assistenza sociale Ermanno Russo.

"Ogni Ambito territoriale avrà il suo centro antiviolenza quindi - prosegue il componente della giunta Caldoro - che potrà contare, dopo l'approvazione in Consiglio regionale della legge ad iniziativa popolare che istituisce il Servizio di psicologia del territorio, su figure professionali specializzate".

"L'attivazione dei Centri antiviolenza - spiega Russo - premia gli sforzi bipartisan delle consigliere regionali campane, che hanno voluto all'inizio di questa consiliatura codificare in una legge, la n. 2 del 2011 recante 'Misure di prevenzione e di contrasto alla violenza di genere', le azioni dirette alle donne maltrattate. E' ai sensi di questa importante norma che la Giunta regionale opera il riparto di 4,5 milioni di euro, che consentirà alle donne vittime di abusi di ricevere aiuto e protezione sulla scorta di specifici percorsi di uscita dalla condizione di violenza".

"I Centri - prosegue Russo - svolgeranno attività di accoglienza, sia telefonica che personale, consulenza psicologica, anche attraverso la predisposizione di gruppi di sostegno, assistenza e consulenza legale, orientamento e accompagnamento al lavoro. Come si potrà notare, si tratta di direttive perfettamente in linea con il decreto nazionale, che rafforza l'impostazione della Campania e conferma l'impegno di questa Giunta sul fronte della violenza di genere".

"Sul piano della prevenzione - aggiunge l'assessore - gli Ambiti presenteranno dei progetti in fatto di cultura del rispetto della persona e di genere per iniziative di sensibilizzazione e denuncia sul fenomeno della violenza contro le donne e dell’omofobia". "Punteremo molto nella nuova programmazione sociale a valere sul PSR 2013/2015 anche sul coordinamento dei servizi presenti sul territorio e sul potenziamento dei centri antiviolenza attraverso presidi ospedalieri. Sul piano operativo sarà poi fondamentale il collegamento con la rete regionale antiviolenza e la raccolta, l'analisi e l'elaborazione dei dati emersi dai colloqui e dalle denunce presentate".

"Tutto ciò fa sì chela Regione Campaniapossa scrollarsi di dosso l'etichetta negativa di fanalino di coda e dirsi all'avanguardia in questa battaglia di civiltà che vede al centro le donne ed il loro disagio", conclude Russo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©