Politica / Regione

Commenta Stampa

Benefit a famiglie e sviluppo, tagli a partecipate e stipend

Regione Campania, via libera al Bilancio 2011

Romano: "Superato significativo banco di prova"

.

Regione Campania, via libera al Bilancio 2011
01/03/2011, 13:03

NAPOLI - Una maratona di tre giorni per approvare in tempi rapidi il bilancio di previsione del triennio 2011-2013. C’è chi ha definito questo sprint il “lodo Cavani”, ovvero un accordo avallato all’unanimità da tutti i consiglieri regionali onde evitare di trascorrere la serata del big match Milan-Napoli in Consiglio Regionale. Sprint che ha così permesso alla maggioranza di chiudere una delle pratiche più spinose per Palazzo Santa Lucia: ieri sera alle 19,45 è stato approvato con 37 voti favorevoli, e 18 contrari, il Bilancio pluriennale di previsione del triennio 2011-2013. Il voto di fiducia, anticipato di tre ore su richiesta di Gennaro Salvatore, a capo del gruppo “Caldoro presidente”, permette tra l’altro di destinare un miliardo e 400milioni di euro allo sviluppo territoriale, un fondo di sostegno alle famiglie ed il bonus bebè, nel segno del welfare e della crescita del tessuto economico decantato dal Governatore Stefano Caldoro e dall’assessore al Bilancio Gaetano Giancane.
Soddisfatto il presidente  del consiglio regionale Paolo Romano, il quale ha sottolineato “il superamento di un importantissimo e significativo banco di prova”, oltre alla responsabilità istituzionale di "tutti i gruppi che hanno consentito l’approvazione di un provvedimento complesso e difficile”.
Nel bilancio, inoltre, sono previsti tagli agli stipendi di consiglieri e e dirigenti, oltre alla riduzione degli stanziamenti per le partecipate.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©