Politica / Regione

Commenta Stampa

L’assenza di memoria crea nel Paese una grande confusione

Regione, Cortese (PD): un paese senza memoria


Regione, Cortese (PD): un paese senza memoria
18/10/2010, 17:10

“L’assenza di memoria crea in questo Paese una grande confusione - afferma Angela Cortese, consigliere regionale del Pd in Campania -. Quando si parla del riconteggio delle schede in Piemonte, ad esempio, nessuno ricorda che Berlusconi fu il primo a chiedere di ricontare i voti delle elezioni politiche, impegnando gli uffici della Camera dei Deputati per mesi e mesi. E molta confusione c’è anche tra il caso della scuola di Adro, tempestata di simboli leghisti, e quella di Livorno, dove il ministro Gelmini ha prontamente inviato gli ispettori, senza ricordare che in quella data – e solo in quella data – si celebra un evento storico: la nascita di un partito che ora non c’è più e non per questo dev’essere cancellato”.
“In questa confusione - prosegue il consigliere del Partito Democratico -, leader di partito in evidente crisi di identità vorrebbero creare nuovi schieramenti prendendo da questa e da quell’altra parte i ‘migliori’, scelti secondo criteri del tutto arbitrari. Lo scontro tra i sindacati, infine, è la prova di come si sia smarrito il ricordo dei tempi dell’unità, che sono stati i più felici, e non solo per i lavoratori. Oggi - conclude la Cortese -, con lo scollamento tra politica e società siamo tutti più deboli e tutti perdenti. Perché l’assenza di coscienza del passato e di senso civico fanno perdere di vista anche le soluzioni per il presente”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©