Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, i lavori per il bilancio riprenderanno alle ore 11


Regione, i lavori per il bilancio riprenderanno alle ore 11
28/02/2011, 09:02

NAPOLI, 28 FEBBRAIO 2011 – Dopo un lungo dibattito sulla correttezza delle procedure regolamentari e sulla ammissibilità degli emendamenti, alla luce del testo di bilancio sul quale il Presidente della regione Caldoro ha posto la questione di fiducia, il Consiglio ha approvato la proposta formulata dal capogruppo del Pd, Peppe Russo, di tenere oggi, dalle ore 11,00, alla luce del sole e all’attenzione della stampa. D’accordo si è detto il capogruppo del PdL, Fulvio Martusciello. Il voto sulla questione di fiducia si terrà alle ore 23,00.

Prima di giungere a tale decisione e dopo una sospensione dei lavori, il consigliere Raffaele Topo (Pd) ha evidenziato che le questioni procedurali sollevate dall’opposizione sono a garanzia della legittimità dei lavori del Consiglio, soprattutto alla luce della questione di fiducia posta sul Bilancio dal Presidente Caldoro.

“La questione di fiducia si pone rispetto al testo originario della Giunta – ha evidenziato Topo – e vanno garantiti i termini regolamentari per la corretta conoscenza dei testi da parte dei consiglieri; inoltre – ha proseguito Topo - i contenuti del testo proposto dal presidente Caldoro contrastano con lo Statuto della Regione perché contiene norme diverse da quelle di contenuto finanziario”.

“La vicenda di questa gestione anomala e disordinata del bilancio scrive una pagina scura di questo Consiglio regionale – ha concluso Topo – destinata incidere sui rapporti tra maggioranza e opposizione”.

A replicare è stato il capogruppo del PdL Fulvio Martusciello per il quale “il bilancio è una manovra di rigore, che si pone nel solco del risanamento dei conti regionali, e che pone le basi per lo sviluppo della Regione. La scelta della fiducia – ha aggiunto Martusciello – presuppone un dibattito e un confronto responsabile tra le parti politiche”. Per questo, Martusciello ha proposto si tenere il dibattito generale e di rinviare il voto sulla questione di fiducia a domani, quando saranno trascorse le 24 ore regolamentari per approfondire il testo proposto dal presidente della Giunta.

Per il vice capogruppo del Pd Umberto Del Basso de Caro “il rispetto delle regole è fondamentale soprattutto se si pone la fiducia su un testo portato in Aula all’ultimo momento e che contiene norme del tutto estranee alle norme di Bilancio”.

A questo punto, il presidente della Regione, Stefano Caldoro, ha sottolineato che “il rispetto delle regole è fondamentale ma il formalismo è nemico delle attività politiche e amministrative. La questione di fiducia, che ho posto per la prima volta, dà la possibilità di presentare in aula il testo e di porre la fiducia contestualmente, come da prassi parlamentare – ha aggiunto il presidente Caldoro - ; il governo è in piena sintonia con la maggioranza che sostengono pienamente il testo condiviso”.

Il capogruppo del Pse, Gennaro Oliviero, ha evidenziato che “pur potendo contare su 38 consiglieri, il presidente Caldoro ha ritenuto porre la questione di fiducia forse perché non ne ha”. “Nel testo di Caldoro ci sono quaranta emendamenti che, in Commissione, sono stati dichiarati inammissibili. Su questa tematica il Consiglio deve pronunciarsi subito” – ha aggiunto il capogruppo del Pd Peppe Russo – che ha proposto che il dibattito riprenda domani alle 11,00 con votazione alle 23,00 sulla questione di fiducia. Sulla proposta Russo, il capogruppo del PdL Martusciello.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©