Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, III Commissione: turismo, incardinato esame Pdl D'Angelo Mucciolo


Regione, III Commissione: turismo, incardinato esame Pdl D'Angelo Mucciolo
10/02/2011, 13:02

NAPOLI, 10 FEBBRAIO 2011 – La III Commissione consiliare permanente, presieduta dal Vice presidente Massimo Ianniciello (PdL), ha incardinato l’esame della proposta di legge, a firma dei consiglieri Bianca D’Angelo e Gennaro Mucciolo, “Norme in materia di turismo e organizzazione turistica in Regione Campania”, frutto della sintesi delle proposte di legge che i due esponenti, rispettivamente, di maggioranza e di opposizione, avevano separatamente proposto.

Il turismo e l’organizzazione turistica, oggetto anche di ulteriori proposte di legge, a firma dei consiglieri Sandra Lonardo (Popolari per il Sud), Luciano Schifone (Pdl) ed altri, e a firma dei consiglieri del Pd, Donato Pica e Mario Casillo, “sono strumenti fondamentali per dare nuova dignità alla Campania e per dare impulso allo sviluppo e alla occupazione” – ha sottolineato il Vice presidente Ianniciello, introducendo i lavori; “per questo – ha proseguito – occorre promuovere la più ampia convergenza politica per dotare la Campania di uno strumento legislativo utile per il rilancio turistico”. “La proposta di legge si basa su un’idea nuova di turismo e si articola su strumenti di marketing territoriale mirati per ciascun comparto turistico” – ha premesso la consigliere Bianca D’Angelo, nell’illustrare i punti salienti della normativa che disciplina i settori fondamentali del turismo (incoming; congressuale e fieristico; religioso, scolastico, giovanile; termale e balneare; nautico-sportivo; agrituristico,ambientale,naturalistico;culturale e archeologico; enogastronomico;arti e spettacolo;sociale, itinerante), le relative figure professionali, le diverse tipologie di strutture turistiche, definendo le competenze degli enti locali e istituendo, sulla scorta di esperienze già consolidate nei principali Paesi turistici europei, la Polizia turistica. La proposta di legge istituisce il Comitato tecnico per le politiche per il turismo, che delinea le linee guida di programmazione nel settore, prevede i progetti turistici “Turismo in Campania” e Campania Felix, rivolti ai giovani impegnati nel settore dello sviluppo turistico, rafforza le competenze della III Commissione e del Consiglio nelle materie di sviluppo del settore.

“Andare oltre le appartenenze politiche per sintetizzare in un’unica proposta di legge la volontà di dare slancio al turismo in Campania”: è il motivo per il quale il consigliere Gennaro Mucciolo (Pse) ha unificato la propria proposta di legge con quella della consigliere D’Angelo; “essa riorganizza il settore dando risposte alle esigenze di modernità che da esso derivano anche per quanto riguarda gli enti provinciali per il turismo e le aziende autonome di cura e soggiorno per il turismo, che appaiono inadeguati allo sviluppo turistico regionale, e, pertanto, se ne propone la soppressione e il passaggio di competenze alla Regione”.

Critici gli esponenti del Pd intervenuti ai lavori della Commissione, Antonio Marciano e Corrado Gabriele. Il primo ha evidenziato che “è del tutto assente da parte della Giunta Caldoro un progetto di sviluppo per il settore turistico, una assenza che si colloca nel vuoto politico del centro destra, tanto che, in un settore cruciale per lo sviluppo, ancora una volta è il Consiglio a farsi carico di mettere in campo strumenti legislativi; inoltre – ha aggiunto Marciano – mentre si discute di legge per il turismo, la Giunta Caldoro taglia 220 milioni di euro destinati al rilancio del centro storico di Napoli dimostrando l’incapacità di mettere in campo scelte efficaci per lo sviluppo del territorio”. Il vice presidente della III Commissione ha anche ricordato che i consiglieri Pica e Casillo hanno presentato proposte di legge sul turismo che vanno esaminate approfonditamente al fine di dare la più compiuta disciplina alla materia. “Vorremmo ascoltare dall’assessore De Mita la sua strategia per il turismo ma, fino ad oggi, non è stato possibile a causa delle sue assenze ai lavori della Commissione e del Consiglio” – ha sottolineato Gabriele, per il quale “occorre verificare la compatibilità tra la proposta di legge all’esame della Commissione con gli interventi che auspichiamo la Giunta metta in campo per il turismo”.

Il consigliere dell’Udc Pietro Foglia ha evidenziato che “prima di entrare nel merito della normativa, occorre ascoltare gli operatori e le categorie rappresentative del settore anche perché alcune di esse hanno già evidenziato eventuali profili di illegittimità della proposta di legge nella parte relativa alla disciplina delle professioni. Su questo punto e, soprattutto, sulle reali esigenze degli operatori del settore, occorre fare chiarezza ascoltando gli interessati in audizione”.

Nel condividere e promuovere la positività dell’ascolto del territorio, il Vice presidente Ianniciello ha, dunque, programmato le audizioni per la prima settimana di marzo (una volta terminata la sessione di Bilancio) e, subito dopo, l’apertura dei termini per la presentazione degli emendamenti con l’obiettivo di giungere al più presto all’approvazione, in Commissione, della proposta di legge sul turismo.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati