Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, le dichiarazioni sul nuovo CORECOM


Regione, le dichiarazioni sul nuovo CORECOM
23/02/2011, 14:02

NAPOLI, 23 FEBBRAIO 2011 – “Il rinnovamento del Comitato Regionale per le Comunicazioni e lo slancio che sarà dato alle sue attività si inseriscono nell’azione di svolta politica e istituzionale intrapresa dal governo e dalla maggioranza regionale”.

E’ quanto ha affermato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Paolo Romano, nella conferenza stampa tenuta, stamani, per l’insediamento del nuovo organo di consulenza, gestione e garanzia della Regione nel settore delle comunicazioni.

All’iniziativa hanno preso parte l’assessore regionale alle Politiche sociali Ermanno Russo, intervenuto in rappresentanza del Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, il capogruppo regionale del Pd, Giuseppe Russo, la consigliere regionale del Pd, segretaria della Commissione regionale Istruzione e Cultura, Angela Cortese, il Presidente del Corecom Campania, Lino Zaccaria e i componenti Sandro Modestino Feola, Emanuela Romano, Giovanni Russo, Donato Affinito, Elisabetta Diletto, Francesco Ferraro, Ilaria Perrelli, Andrea Palumbo.

“Il Corecom è un organismo importante nel settore delle comunicazioni che, con il conferimento delle deleghe da parte dell’Agcom, è chiamato a svolgere funzioni fondamentali per la vita dei cittadini che vanno dalla tutela dei minori rispetto alle trasmissioni televisive alla conciliazione delle controversie tra i cittadini e le grandi società operanti nel settore delle comunicazioni costituendo un importante strumento deflattivo del contenzioso” – ha aggiunto il Presidente Romano; “inoltre – ha proseguito l’esponente del PdL – il Corecom è un soggetto fondamentale per promuovere lo sviluppo del settore radiotelevisivo campano che, con la sua vitalità e incisività, offre un contributo importante per la crescita culturale e sociale del territorio”.

“Con la scelta del Presidente Lino Zaccaria e dei componenti del Corecom – ha sottolineato il Presidente Romano - il Consiglio Regionale della Campania ha voluto puntare sulla professionalità, sulla competenza, sulla comprovata esperienza e su risorse professionali giovanili che gli daranno nuova vitalità e slancio culturale e operativo”.

“E’ fondamentale l’affiancamento delle istituzioni agli importanti compiti ai quali il Corecom è chiamato – ha evidenziato l’assessore Ermanno Russo - , funzioni che hanno un impatto molto concreto sulla vita dei cittadini, come nel settore delle conciliazioni delle controversie nel settore delle comunicazioni, della tutela dei minori nel rapporto con la televisione, del rispetto della par condicio tra le forze politiche nell’accesso agli strumenti televisivi, nella verifica dei requisiti per l’accesso ai contributi statali per l’emittenza radiotelevisiva, contribuendo alla attuazione di una legge fondamentale per sostenere il settore e lo sviluppo del territorio. Siamo certi – ha concluso l’esponente del PdL - che il Presidente Zaccaria e le nuove energie professionali elette dal Consiglio regionale in questo importante organo sapranno conferire alle sue attività quello slancio e quel rinnovamento che ispira l’azione del governo e della maggioranza regionale”.

“Il rigore morale, che ha sempre contraddistinto la mia vita, sarà la mia stella polare per essere all’altezza e per dare slancio alle importanti funzioni del Corecom”.

E’ quanto ha affermato il Presidente del Comitato Regionale per le Comunicazioni, Lino Zaccaria che, stamani, insieme con i componenti dell’organo, con il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Paolo Romano, con l’assessore regionale alle Politiche sociali Ermanno Russo, il capogruppo regionale del Pd, Giuseppe Russo, e la consigliere regionale del Pd, segretaria della Commissione regionale Istruzione e Cultura, Angela Cortese, ha tenuto una conferenza stampa in occasione dell’insediamento del Comitato, eletto dal Consiglio regionale il 13 gennaio scorso.

“Il Corecom è un organismo importante nel settore delle comunicazioni che, con il conferimento delle deleghe da parte dell’Agcom, è chiamato a svolgere funzioni fondamentali per la vita dei cittadini” – ha sottolineato Zaccaria – che ha aggiunto: “occorre recuperare il tempo perso per il fatto che il Corecom, seppur costituito nel 2002, ha iniziato a lavorare solo nel 2009, e mettersi al passo delle fondamentali deleghe conferite dall’AgCom. Per questo – ha proseguito – occorre impegnare tutte le energie professionali a disposizione per poter espletare al meglio le funzioni proprie e le funzioni delegate dell’organo”.

Su questo punto, Zaccaria ha evidenziato che “fondamentale è la funzione relativa alla analisi dei requisiti per l’accesso ai contributi statali per l’emittenza radiotelevisiva, ma non è l’unica: oggi, infatti, il Corecom è chiamato a importanti funzioni che hanno un impatto immediato sulla vita dei cittadini, come quello relativo alla tutela dei minori nel rapporto con la televisione e quello della conciliazione delle controversie tra i cittadini e le grandi società operanti nel settore delle comunicazioni. In piena sintonia con l’istituzione regionale, metterò in campo impegno e passione per imprimere rinnovamento e dare nuovo slancio al Corecom e alle sue competenze”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©