Politica / Regione

Commenta Stampa

Se ne va invece Ghezzi, capo della sua segreteria

Regione Lombardia: Boni non si dimette, "Sono innocente"


Regione Lombardia: Boni non si dimette, 'Sono innocente'
13/03/2012, 16:03

MILANO - Una lettera dai toni fermi, quella che Davide Boni, Presidente del Consiglio Regionale, ha inviato ai consiglieri: "Ho svolto sino ad ora il mandato affidatomi dall'aula nel rispetto dello statuto e del regolamento; intendo proseguire su questa strada, dal momento che nessuna delle accuse che mi vengono rivolte può avere la minima influenza sul ruolo di rappresentanza che attualmente esercito". L'ovvia conseguenza annunciata è che Boni non si dimetterà, nonostante sia indagato per corruzione. Nè verrà discussa la mozione di censura, presentata dai consiglieri di Sel ed Idv, contro di lui: l'ha deciso il vicepresidente del consiglio regionale Carlo Saffiotti, secondo cui la mozione si configura come una sorta di sfiducia che non è previsto dagli ordinamenti. I consiglieri di Sel e di Idv, in risposta, hanno abbandonato l'aula per protesta, mentre Boni è andato a sedersi tra i banchi della Lega nord.
Si è dimesso, invece, Dario Ghezzi, capo della segreteria di Boni ed anche lui indagato per lo stesso reato di corruzione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©