Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, presentato l'elenco unico di fornitori on line


Regione, presentato l'elenco unico di fornitori on line
30/01/2012, 15:01

“Dal 1 febbraio non ci sarà più bisogno di iscriversi, anno per anno, all'elenco unico dei fornitori di beni e servizi in formato cartaceo. Le procedure di registrazione avverranno una volta sola via web e tutta la gestione sarà on line. Toccherà successivamente agli uffici del Provveditorato regionale verificare periodicamente i requisiti delle ditte e disporne la cancellazione nei casi previsti dalla legge. Aumenta così la trasparenza, si riducono sensibilmente i costi per l'Ente e cresce l'efficienza”. Ermanno Russo, assessore regionale al Demanio e Patrimonio, ha presentato oggi agli operatori economici il nuovo elenco unico dei fornitori di beni e servizi della Giunta regionale, tutto on-line e con l'accesso dal sito istituzionale (www.regione.campania.it) o dal portale gare (www.gare.regione.campania.it). A partire da mercoledì 1 febbraio le ditte interessate ad acquisti cosiddetti in economia, vale a dire sotto soglia comunitaria e fino ad un importo massimo di circa 200mila euro, potranno iscriversi all'elenco unico direttamente dal web.
La registrazione on-line consentirà di prendere visione in tempo reale di una gara e parteciparvi. Gli operatori economici che vorranno inoltrare istanza di iscrizione ad una o più categorie merceologiche in cui è suddiviso l'elenco, oltre che essere in regola con quanto previsto dal codice degli appalti, dovranno dotarsi di una posta elettronica certificata (Pec) ed essere in possesso di una firma digitale regolarmente rilasciata dagli enti accreditati.
In occasione di acquisti in economia da parte della Regione, dunque, tutti gli operatori presenti in una data classe merceologica di fornitura saranno automaticamente invitati tramite comunicazione via mail. “Ciò semplificherà le procedure – spiega l'assessore Russo –, che prima erano cartacee e comportavano un dilatarsi dei tempi ed un dispendio di risorse, e allo stesso tempo garantirà maggiore trasparenza”.
“Diversi i vantaggi anche per gli operatori economici – sottolinea ancora Ermanno Russo – che non dovranno più sostenere spese postali o affini per iscrizione e partecipazione alle gare”.
“Si tratta dunque di uno strumento fortemente innovativo – ha concluso l'assessore –, che tiene conto della necessità di alleggerire la macchina amministrativa regionale e di far crescere la trasparenza, punti fermi dell'azione della giunta Caldoro sin dal suo insediamento”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©