Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, stanziati 2 milioni di euro per Atrani


Regione, stanziati 2 milioni di euro per Atrani
10/03/2011, 15:03

L'assessore alla Protezione Civile e ai Lavori Pubblici della Regione Campania Edoardo Cosenza, in qualità di commissario straordinario per il superamento dell'emergenza, ha firmato oggi un’ordinanza per interventi urgenti finalizzati a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali eventi atmosferici nel territorio di Atrani e Scala.

L’ordinanza persegue i seguenti obiettivi: 1) consentire la ripresa delle attività economiche danneggiate dall'alluvione che il 9 settembre ha colpito i comuni salernitani di Atrani e Scala; 2) ripristinare i beni immobili e mobili che hanno subito gravi danni; 3) predisporre gli interventi indifferibili ed urgenti a salvaguardia della pubblica incolumità, volti al ripristino della viabilità e delle infrastrutture danneggiate, alla riqualificazione urbana, alla bonifica e alla manutenzione dell’alveo del fiume Dragone, alla rifunzionalizzazione delle opere marittime e di difesa della costa; 4) realizzare adeguate azioni ed opere di prevenzione e di mitigazione del rischio.

"Il provvedimento è operativo - ha detto l'assessore Cosenza - grazie ai 2 milioni di euro messi a disposizione dal Dipartimento nazionale di Protezione civile, ma punta ad individuare anche ulteriori risorse già disponibili nei bilanci dei comuni coinvolti e/o stanziate da altri enti per far fronte ai danni subiti dal territorio. Al momento, in particolare, sono in corso accordi con il ministero dell'Ambiente per l'utilizzo di 3 milioni di euro del Fondo destinato al dissesto idrogeologico e verifiche nei bilanci delle amministrazioni comunali per l'eventuale reperimento di ulteriori risorse.

“L'ordinanza individua i criteri di priorità e le modalità attuative per la concessione dei contributi a copertura degli indennizzi dai danni e per la definizione del programma degli interventi. In particolare vengono indicate le procedure per la quantificazione definitiva dei contributi per la ripresa delle attività produttive ed economiche locali. Una questione fondamentale - ha aggiunto l'assessore Edoardo Cosenza - se si considera la vocazione turistica del territorio e l’approssimarsi della stagione estiva, che comporta la necessità immediata di ripristino dei beni immobili e mobili danneggiati di proprietà privata. Con l'ordinanza vengono inoltre predisposti gli interventi indifferibili ed urgenti a salvaguardia della pubblica incolumità e si presta particolare attenzione alle opere di prevenzione e di mitigazione del rischio. Un ringraziamento va al Dipartimento nazionale di Protezione Civile per la sensibilità dimostrata verso questo territorio”, ha concluso Cosenza.

Soddisfazione per la firma dell'ordinanza è stata espressa dall'assessore comunale di Atrani alla Protezione Civile, Valeria Gambardella: “Dalle prime ore successive all’alluvione del 9 settembre, la stretta collaborazione stabilitasi tra il commissario Cosenza, la sua struttura tecnica e l’amministrazione comunale, ha consentito di conseguire in breve tempo gli obiettivi prefissati ed individuati nelle prime ore successive all’evento. Gli strumenti concertati con il commissario ci consentono concretamente di procedere al ripristino delle condizioni di vita economica e sociale del territorio, a completamento del percorso definito dagli interventi di somma urgenza, messi sollecitamente in campo dalla Regione Campania, e che oggi volgono a termine. Il lavoro che abbiamo svolto è stato costante e continuativo e gli incontri e gli approfondimenti hanno sempre riconosciuto quali priorità le necessità di ogni cittadino sopraggiunte a seguito dell’evento, e l’esigenza di definire un sistema efficiente a garanzia della sicurezza della comunità. Ringrazio il commissario Cosenza e la sua struttura tecnica per la ferma disponibilità che ci è stata garantita, e per la grande professionalità e concretezza messa in campo nel lavoro svolto insieme”, ha concluso Gambardella.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©