Politica / Regione

Commenta Stampa

Regione, tavolo su tutela diritti disabili


Regione, tavolo su tutela diritti disabili
25/01/2011, 17:01

Sarà discusso e votato, domani, nel corso della seduta del Consiglio Regionale della Campania, un documento col quale l’assemblea legislativa campana fa voti al Governo e al Parlamento perché si rendano più severe le sanzioni previste per la violazione delle norme volte a favorire, anche attraverso la previsione di specifiche quote di riserva, l’inserimento lavorativo di persone con disabilità (art. 3, L n. 68/1999 così come modificata dalla L. 247/2007).

Col documento in parola, il Consiglio regionale, assumendo l’impegno a favorire lo sviluppo di misure per l’inclusione sociale delle persone diversamente abili e l’adeguamento dei posti di lavoro così come previsto dal Piano per il Lavoro “Campania al Lavoro”, impegna inoltre la Giunta regionale della Campania, nella sua azione già avviata (con l’istituzione del Tavolo Tecnico interassesorile Sanità-Lavoro-Politiche Sociali) a rafforzare il sistema di monitoraggio, vigilanza e controllo delle relative inadempienze, coinvolgendo, ulteriormente, i servizi pubblici provinciali per l’impiego.

A darne notizia è stato il Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Paolo Romano che ha presieduto il Tavolo tecnico convocato oggi sulla promozione dei diritti e delle iniziative di inclusione sociale a favore delle persone diversamente abili, al quale hanno preso parte l’assessore alle Attività e all’assistenza sociale, Ermanno Russo, l’assessore al Lavoro e alla Formazione, Severino Nappi, e la Presidente e la Vice Presidente della Commissione Politiche Sociali, rispettivamente, Antonia Ruggiero e Monica Paolino.

“Si è trattato di una riunione particolarmente proficua – ha spiegato il presidente Romano a margine dell’incontro – che oltre a testimoniare come i temi della promozione ed del rispetto di tutte le misure legislative, amministrative e di altra natura volte alla tutela dei diritti dei diversamente abili, siano prioritarie nell’agenda del legislatore campano, ci ha consentito, intanto, di poter fare un primo punto della situazione sul lavoro di audit già utilmente svolto in VI Commissione e su quello, già più squisitamente tecnico, avviato già da qualche tempo dal governo regionale”.

“L’Ordine del Giorno che andremo a sottoporre all’attenzione dell’Aula regionale - ha aggiunto il Presidente Romano – costituisce, dunque, un atto di indirizzo politico-istituzionale significativo che va nella giusta direzione dell’assoluta tutela di quei diritti sanciti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, così come ratificata dalla Legge n. 18 del 2009”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©