Politica / Parlamento

Commenta Stampa

M5S non darà il suo appoggio

Renzi al Senato per la fiducia: si decide oggi


Renzi al Senato per la fiducia: si decide oggi
24/02/2014, 12:54

ROMA - Oggi è il gran giorno per Matteo Renzi, il "giorno del giudizio". Il nuovo presidente del Consiglio si prepara al voto di fiducia: oggi alle 14 pronuncerà nell'aula del Senato il suo discorso programmatico, sul quale sta lavorando da ieri. Alle 16 si svolgerà il dibattito per poi arrivare al voto in serata. Domani sarà il turno della Camera.

Occhi puntati sui numeri, il raggiungimento della fiducia sarà legato a una manciata di voti. Non tanto domani a Montecitorio dove gli spazi per incassare la fiducia sono ampi, ma oggi a Palazzo Madama il nuovo esecutivo dovrà fare i conti con un una maggioranza nettamente più risicata: Renzi dovrebbe poter contare, al Senato, su 173-174 vori, una decina in più del minimo necessario (161).

L'appoggio non arriverà dal Movimento 5 Stelle dove le posizioni sono chiare, ma forse qualcosa potrebbe cambiare con la richiesta del premier di un atteggiamento responsabile da parte dell'opposizione: scegliere, cioè, di volta in volta se appoggiare o meno la maggioranza sulla base delle singole questioni. Non sembra una strada percorribile però quella proposta da Renzi. Ci pensa il senatore grillino Nicola Morra a chiarire: "Da parte del nostro gruppo, Renzi non prenderà un voto in più. Noi non reputiamo che sia da appoggiare un governo che nasce su auspici peggiori rispetto a quellid el governo Letta".

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©