Politica / Politica

Commenta Stampa

Così il Rottamatore al segretario Pd

Renzi: “Caro Bersani, ci prendiamo un caffè?”


Renzi: “Caro Bersani, ci prendiamo un caffè?”
01/12/2012, 12:07

MILANO – Pace fatta in casa del Pd?
Non è dato saperlo ancora, ma di certo si cerca di creare un clima più sereno in vista del grande giorno di domani: il ballottaggio tra i due possibili candidati a Premier dl centro-sinistra  Renzi e Bersani.
Ed a sorpresa arriva un gesto distensivo da parte del “Rottamatore” verso il segretario in carica.
E in una modalità molto alla moda il Sindaco di Firenze attraverso Twitter scrive:“Caro Bersani, siamo entrambi a Milano. Ci prendiamo un caffè insieme e facciamo un appello alla serenità per domani?”.
Dopo quindi le polemiche riguardo alle regole per questo scontro finale, forse ritornerà la calma tra i due?
Chissà... di certo Bersani ha continuato a sottolineare: “Le regole non si cambiano in corso d'opera. Se si fa una partita a pallone c'é il primo tempo e il secondo con le stesse regole. Le ho volute io queste primarie. Ma di cosa stiamo parlando? Io potevo essere il candidato del Pd senza tutta questa cosa. Ho forse paura che i tre milioni diventino quattro. Questa leggenda metropolitana per cui avrei paura della partecipazione andrà smentita: ho vinto ovunque nelle grandi città. E' un’accusa ridicola”.
Il segretario poi aggiunge: “Voglio che si capisca, al prossimo giro, che le regole vengono prima del consenso. Le nostre primarie sono aperte, ma non sono un porto di mare. La gente si adeguerà alle regole”.
E su chi farà parte del suo possibile governo Bersani dice: “Prima promuovetemi allenatore e poi vi dirò la squadra”.
E dei rapporti con Vendola afferma: “Vendola ai miei occhi dovrà avere un ruolo in questo paese: parliamo di uno che sta governando una Regione, ma se questo appare come se stessimo facendo chissà quale inciucio é deludente come ricostruzione. Oggi essere riformisti vuol dire mettere dentro degli elementi di radicalità, a cominciare dai temi dei diritti e dell'uguaglianza”.

 

 

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©