Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Sindaco di Firenze accusa interferenza da Roma

Renzi, escluso dai “Grandi elettori”

Bersani si difende: “Decisione del gruppo toscano”

Renzi, escluso dai “Grandi elettori”
10/04/2013, 15:33

ROMA – E’ tra gli esclusi dei “Grani elettori” per la nomina del nuovo Presidente della Repubblica Matteo Renzi. Commenta con pungente critica il Sindaco toscano escluso dal gruppo toscano: “Mi avevano detto vai avanti tranquillo ti votiamo, ma poi è arrivata qualche telefonata da Roma per fare il contrario. Mi avrebbe fatto piacere rappresentare la mia Regione. Era una possibilità non era certo un diritto o me l'aveva prescritto il dottore”.
Renzi continua: “Io rispetto le decisioni del gruppo, ma non mi abituerò mai alla doppiezza. Io sono uno che parla una lingua sola. Talvolta anche in modo franco e brutale. Però quello che dico lo dico in faccia. Altri invece ti dicono una cosa in faccia e poi te ne fanno un'altra dietro alle spalle”.
Se ne lava le mani, Pierluigi Bersani: “Nella sequela di quotidiane molestie mi vedo oggi attribuiti non so quali giochini tesi ad impedire la nomina di Renzi a grande elettore perla Toscana. Smentisco dunque di aver deciso o anche solo suggerito, o anche solo pensato alcunché, a proposito di una scelta che riguarda unicamente il consiglio regionale Toscana”, ha concluso il segretario del Pd.
Sull’evoluzione della politica italiana il primo cittadino di Firenze spera elezioni a breve: “Se dovesse dipendere da me, tornerei alle elezioni domani mattina”.
Per adesso, Renzi si esclude dalla gestione della politica nazionale, Roma sembra essere lontana: “Sto facendo il sindaco della mia città”. Per la Toscana, in relazione alla nomina del Capo dello Stato sono stati scelti il presidente del consiglio regionale, Alberto Monaci, e il vicepresidente del consiglio, Roberto Benedetti.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©