Politica / Politica

Commenta Stampa

Lettera del Pd fiorentino diretta a Bersani: "Siamo con te"

Renzi incontra Monti e circoli Firenze bocciato governissimo

"Caro Bersani abbiamo fiducia in te"

Renzi incontra Monti e circoli Firenze bocciato governissimo
05/03/2013, 17:54

FIRENZE – “Il sindaco Matteo Renzi questa mattina ha incontrato il presidente del Consiglio Mario Monti a Palazzo Chigi. L'incontro era previsto da tempo: il sindaco e il premier ne hanno parlato in occasione del concerto dell'Orchestra del Maggio musicale fiorentino, che si è tenuto il 4 febbraio scorso in Vaticano, in onore di Benedetto XVI e del presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano per l'84esimo anniversario dei Patti Lateranensi”. Questa la nota ufficiale del Comune di Firenze sull'incontro tra il sindaco e il premier uscente. “L'incontro - si legge ancora nella nota - era stato ipotizzato per discutere delle varie questioni ancora aperte tra il governo e la città di Firenze, in particolare del Nuovo Teatro dell'Opera e delle difficoltà che si trovano ad affrontare gli Enti locali a causa del Patto di stabilità”. Ovviamente difficile credere che non si sia discusso della situazione generale del Paese, della composizione del nuovo Governo e della difficile governabilità nella quale il Pd si troverebbe senza accordi trasversali. Intanto i coordinatori dei circoli Pd di Firenze, in una lettera al segretario nazionale del Pd in vista della direzione del partito che si terrà domani, confermano il loro sostegno a Pierluigi Bersani e ai punti salienti del suo programma di governo, centrato su moralità e lavoro, dicendo no a un ipotesi di alleanza con il Pdl. “Caro Bersani - scrivono i circoli fiorentini -, abbiamo fiducia in te e sosteniamo con convinzione il progetto per il futuro governo che hai delineato ed in particolare il netto no a ogni ipotesi di ‘governassimo’ con il Pdl. Confidiamo che questa tua linea verrà unanimemente condivisa dalla direzione nazionale”. Nel rispetto delle prerogative del Capo dello Stato, “ci auguriamo che sia tu il presidente incaricato” proseguono i circoli “sicuri” che Bersani saprà “proporre alle Camere, e alla responsabilità di ogni singolo parlamentare, un programma di svolta radicale: centrato sui temi della moralità, sul lavoro, sulla tutela dei beni comuni, sulla lotta alla criminalità economica, sul conflitto di interessi, sulla legge elettorale e sulla riforma delle istituzioni, sui costi della politica, sulla riduzione dei parlamentari. Leggi e riforme che restituiscano sovranità ai cittadini, efficienza alle istituzioni, dignità al lavoro e fiducia nel futuro. Per dare più credito alla volontà di cambiamento di cui sei interprete - concludono -, chiediamo tuo tramite a tutti i neoeletti parlamentari l'applicazione del codice etico del partito e a tutto il gruppo dirigente di compiere un'azione unitaria e coesa di tutto a sostegno del tuo non facile tentativo per il bene del Paese”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©