Politica / Politica

Commenta Stampa

Renzi: "Sono leale, ma il Pd deve cambiare"

Il sindaco di Firenze critica modello di partito

Renzi: 'Sono leale, ma il Pd deve cambiare'
07/03/2013, 09:42

ROMA - Il sindaco di Firenze ha partecipato alla direzione del Pd, ma è andato via prima. E’ la terza volta che accade e Matteo Renzi spiega il suo punto di vista attraverso un’intervista rilasciata al Messaggero. “Il modello di partito solido, vecchia maniera, è stato profondamente messo in discussione e questa è una parte del ragionamento su cui alle nostre primarie abbiamo solo cominciato a discutere”, afferma Renzi. L’ex candidato alle primarie del centro sinistra parla di un partito ormai superato: “Il modello di partito solido, vecchia maniera, è stato profondamente messo in discussione e questa è una parte del ragionamento su cui alle nostre primarie abbiamo solo cominciato a discutere”. Bisogna fare spazio ad un nuovo modello di partito, ovvero “per esempio un partito che fa a meno del finanziamento pubblico”. Infine Renzi si pone critico nei confronti di Pier Luigi Bersani, ma non troppo: “E’ noto che io su alcuni temi sarei molto più tranchant rispetto a Pier Luigi: sul finanziamento pubblico ai partiti, appunto, ma anche sul ricambio del gruppo dirigente, sul tema dell’innovazione tecnologica e su tutto quello che si chiama Freedom information act. Ma oggi io non mi pongo come l’anti Bersani. Oggi io e tutti gli altri facciamo la nostra parte perché il suo tentativo vada bene”.




 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©