Politica / Regione

Commenta Stampa

Resta in sospeso la questione del "listino" Polverini

Respinti i ricorsi di Formigoni a Milano e del Pdl nel Lazio


Respinti i ricorsi di Formigoni a Milano e del Pdl nel Lazio
03/03/2010, 17:03

MILANO - La Corte d'Appello di Milano ha respinto il ricorso contro l'estromissione del "listino" del candidato Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Resta quindi il problema di 79 firme mancanti, a causa della invalidità di alcuni moduli per la raccolta firme. Allo stato quindi il centrodestra non ha un candidato in Lombradia. Lo staff di Formigoni non è comunque rimasto con le mani in mano ed ha annunciato il ricorso al Tar, che dovrà essere depositato entro 48 ore.
Respinto anche il ricorso del Pdl che non potrà presentare la propria lista e il proprio simbolo nella provincia e nella città di Roma. Infatti la Corte d'Appello ha deciso che non ci sono stati ostacoli provocati da altri nella consegna dei documenti necessari.
Resta quindi in sospeso nel Lazio la questione del "listino" della Polverini, cioè quei 16 che vengono eletti col Presidente di Regione come premio di maggioranza. Il Pdl ha presentato ricorso anche in questo caso, ma qui la posizione è più delicata. Infatti, se non venisse accettata la tesi difensiva, si corre il rischio che la Polverini non possa correre per la poltrona di Presidente di Regione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©