Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Consiglio di Stato ha detto di no alla Lega

Respinto il ricorso di Cota, il Piemonte alle urne


Respinto il ricorso di Cota, il Piemonte alle urne
11/02/2014, 22:17

TORINO - Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso della Lega Nord e del governatore del Piemonte Roberto Cota e ha confermato la sentenza del Tar, che ha annullato le elezioni regionali del 2010. Tutto a causa di una lista sostenitrice di Cota, "Pensionati per Cota", presentata irregolarmente (l'organizzatore Michele Iovine è stato condannato in terzo grado per i reati commessi). La lista aveva racconto 27 mila voti, ben più dei 10 mila che separarono nel 2010 Cota dalla sua avversaria del Pd, Mercedes Bresso. Nella sentenza è specificato che le motivazioni verranno depositate nei termini di legge (15 giorni), dato che entrambe le parti avevano richiesto una certa sollecitudine in proposito. 

Ovviamente indignata la reazione della Lega, attraverso le parole del segretario Matteo Salvini: "La sentenza è una vergogna: in Piemonte non decidono i cittadini, ma i giudici, i giornali e le banche torinesi. Torneremo a vincere alla faccia dei poteri forti, che non hanno digerito i 30 milioni di euro di taglio annuo ai costi della politica regionale e il ripianamento dei buchi della sanità".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©