Politica / Regione

Commenta Stampa

Mussolini e Concia, donne del Pd e Pdl insieme

Riconosci la violenza, la campagna che unisce le donne


.

Riconosci la violenza, la campagna che unisce le donne
22/03/2010, 16:03

NAPOLI - Presentata a Napoli la campagna “Riconosci la violenza”. Animatrici dell'iniziativa le parlamentari Alessandra Mussolini e Anna Paola Concia, una campagna esempio di unione, anche se l’appuntamento regionale è agli sgoccioli, alla conferenza stampa erano presenti candidate del Pd e del Pdl. Anche se siamo – spiega la Mussolini – in campagna elettorale oggi non si parlerà di politica ma soltanto della campagna, che vede donne di differenti partiti insieme per un unico scopo”. “Questa campagna – spiega la Concia - contro la violenza sulle donne è diversa da tutte le altre. Perché è un regalo che vogliamo passi di mano in mano. Ma è diversa anche perché non troverete né occhi pesti, né occhi bassi. Non vogliamo mostrare altre donne nel ruolo di vittime. Non vogliamo che le più giovani tra noi a quel ruolo si sentano ancora inchiodate e condannate. Per questo, regaliamo la prima campagna preventiva sul tema della violenza. Un decalogo per ricordare alle giovani donne che possono agire invece di subire, e che agire è una scelta di libertà. La libertà di escludere fin dall’inizio un uomo violento dalla propria vita, imparando a non scambiare la violenza per amore”.
LA CAMPAGNA
Quest’idea nasce dal lavoro di Anna Paola Concia, deputata, Alessandra Bocchetti, saggista femminista, ed Eliana Frosali, copywriter, che l’ha tradotta in linguaggio pubblicitario chiaro e semplice con l’aiuto dell’ art director Maurizio Minerva.
Sono sette soggetti stampa essenziali anche visivamente. Sette consigli utili a evitare la violenza.
Sette ragazze normali, né veline né stereotipi, sono le protagoniste. Tutte allieve dell'Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma: doppiamente protagoniste, perché hanno anche curato lo scatto delle foto.
L’idea visiva è un grande rettangolo nero che nasconde il viso dell’uomo, su cui campeggia il claim:
LA VIOLENZA HA MILLE VOLTI, IMPARA A RICONOSCERLI.
E’ un invito a guardare meglio, più lucidamente, dentro chi si ha accanto.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©