Politica / Regione

Commenta Stampa

Rifiuti: Amato, basta rimpalli di responsabilità e silenzi


Rifiuti: Amato, basta rimpalli di responsabilità e silenzi
17/09/2010, 12:09


NAPOLI - "Di fronte ad una città che torna a riempiersi di rifiuti c'é bisogno di chiarezza e di soluzioni operative, anche perché i cumuli di questi giorni potrebbero essere solo l'anticipazione di un nuovo dramma che rischia di scoppiare a fine anno". Lo afferma il presidente della Commissione sui siti rifiuti e bonifiche della regione Campania, Antonio Amato, che, si legge in una nota, sta procedendo ad una serie di audizioni sulla situazione delle discariche a Napoli. Dopo Chiaiano oggi inizieranno quelle su Terzigno. Nel pomeriggio verranno ascoltati cittadini, comitati e associazioni, lunedì le istituzioni e l'Asia. "Di certo - continua Amato - la situazione appare decisamente preoccupante con discariche ormai sature, opere per la messa in sicurezza ancora non definite e problemi irrisolti per il funzionamento di termovalorizzatori e stir. Senza dimenticare le ecoballe di Taverna del Re. E su tutto continua ad esserci un inutile rimpallo di responsabilità da un lato e troppo silenzio dall'altro". "Perché Acerra funziona male? Cosa si farà quando si esauriranno le discariche? - conclude - Ci sarà un nuovo stato d'emergenza e tornerà l'esercito a raccogliere l'immondizia? Si vogliono aprire nuovi siti? E dove? A che punto è il preannunciato progetto di un termovalorizzatore per le ecoballe a Taverna del Re, per il quale ribadisco l'assoluta contrarietà? Domande che necessitano risposte. C'é bisogno della buona volontà di tutti, di una sana collaborazione istituzionale, di progetti operativi condivisi, di trasparenza. Proprio quello che oggi manca".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©