Politica / Regione

Commenta Stampa

Rifiuti: Amato, superare logica dei fossi da riempire


Rifiuti: Amato, superare logica dei fossi da riempire
18/11/2010, 16:11


NAPOLI - "Il sopralluogo di questa mattina dimostra che una discarica può anche essere ben gestita, ma bisogna superare la logica del trovare fossi da riempire e prepararci ad una svolta strutturale del trattamento dei rifiuti in Campania". Lo afferma il presidente della Commissione Regionale su ecomafie e bonifiche ambientali, Antonio Amato, al ritorno dal sopralluogo alla discarica di Chiaiano. "Se si partisse oggi con una raccolta porta a porta a pieno regime nell'arco di 3-4 mesi Napoli raggiungerebbe la quota del 50%. Sono dati che ho verificato con i tecnici preposti e che necessitano chiaramente di fondi ma anche di un radicale cambiamento culturale, di istituzioni, lavoratori e cittadini. Servono i fondi FAS regionali, ma si utilizzino anche per questa priorità tutti i fondi comunali non ancora impegnati. La differenziata - continua Amato - rappresenta l'unica vera strada per uscire dalla cultura emergenziale e dalla logica della deroga. Le discariche, come in tutt'Europa, devono essere utilizzate solo per una quota residuale di rifiuti, e devono essere realizzate laddove esistono le condizioni geomorfologiche ed urbanistiche utili. Non nei parchi naturali, non più a Giugliano, Napoli, Terzigno. Se puntiamo sulla raccolta differenziata, e sul completamento dell'impiantistica necessaria, non avremo necessità di trovare sempre nuove buche da colmare di rifiuti. Scelta, tra l'altro, che sul lungo termine, diviene anche più dispendiosa". "Non ci siano più tentennamenti - conclude Amato - la raccolta differenziata è oggi la priorità politico - amministrativa e culturale di questa regione e di Napoli".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©