Politica / Regione

Commenta Stampa

Rifiuti, Amendola e Topo (Pd): Regione immobile da tre anni

Aumenta solo il costo dello smaltimento per i Comuni

Rifiuti, Amendola e Topo (Pd): Regione immobile da tre anni
18/06/2013, 13:58

NAPOLI - “Sul tema dei rifiuti da tre anni la Regione è immobile, non c’è stato nessun passo avanti, nonostante pende il rischio concreto di un nuovo deferimento da parte della Commissione Europea”.

 

Lo dichiarano il segretario regionale del Pd, Enzo Amendola, e il capogruppo regionale del Pd, Raffaele Topo, i quali avvertono: “La Ue non è soddisfatta delle risposte fornite dal governo italiano e dalla Regione Campania. Si doveva presentare un nuovo piano regionale per lo smaltimento dei rifiuti campani calendarizzando tappa per tappa l'attuazione dei vari step, da quelli impiantistici sino alla distruzione delle tonnellate di ecoballe ancora presenti sul territorio campano. Invece – continuano – non è stato fatto nulla e ci ritroviamo, dopo tre anni, solo con l’aumento della tariffa, 70 euro per tonnellata, che i Comuni devono pagare per smaltire i rifiuti nel termovalorizzatore di Acerra”.

 

“ Ciò è irresponsabile, anche perché – affermano Amendola e Topo – con il primo deferimento la Commissione Ue aveva già bloccato il pagamento dei fondi strutturali comunitari riguardanti i programmi per la gestione dei rifiuti destinati alla Regione Campania, per un ammontare di circa 145 milioni di euro. Perseverare a questo punto è grave. Non a caso, in Consiglio regionale, abbiamo chiesto di discutere con urgenza della indispensabile modifica della l.r. 4/2007, necessaria ai fini dell’adeguamento della norma regionale alla normativa statale, soprattutto in materia di competenza tra i diversi organi nell’ambito del ciclo integrato dei rifiuti”.

“Incredibilmente – concludono Amendola e Topo - a dieci giorni dalla scadenza del 30 giugno, di tale proposta non c’è traccia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©