Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Rifiuti, Bonelli (VERDI): chiediamo verità su emergenza Campania


Rifiuti, Bonelli (VERDI): chiediamo verità su emergenza Campania
28/01/2011, 13:01

"Chiediamo subito un'operazione verità sull'emergenza rifiuti in Campania e sul malaffare, gli intrighi che ruotavano intorno ai rifiuti di Napoli e su quale sia stato il ruolo dei servizi segreti in una vicenda che ha distrutto una città". Lo ha dichiarato il Presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge: "L'inchiesta della Procura di Napoli che ha portato oggi a 14 arresti e a 38 avvisi di garanzia è l'ennesima conferma che i Verdi sono stati il capro espiatorio per coprire per coprire gli affari che giravano intorno all'emergenza dei rifiuti e che aveva come primo obiettivo quello di demolire nell'opinione pubblica la credibilità degli ambientalisti che hanno cercato di risolvere quell'emergenza con le migliori tecnologie e nel pieno rispetto delle normative nazionali ed europee, salvaguardando la salute dei cittadini".

"Tante volte abbiamo denunciato le irregolarità del Commissariato rifiuti e proprio per questo siamo diventati il bersaglio di un vero e proprio killeraggio politico anche da parte di chi come il governatore Bassolino ha gestito direttamente per anni l'Emergenza - spiega il leader del 'Sole che Ride'. Ma soprattutto da chi in quegli anni veniva visto come il salvatore della patria ossia il capo della Protezione civile Guido Bertolaso".

"Prima l'inchiesta 'Rompiballe', oggi questi arresti e le inchieste della giornalista del Mattino Rosaria Capacchione, confermate dal quotidiano ecologista Terra, sul ruolo dei Servizi segreti, che più volte avrebbero incontrato boss di spicco del clan dei Casalesi, restituiscono un quadro drammatico e su cui è necessario fare subito piena luce - conclude Bonelli -. Chiediamo che sia immediatamente accerto se c'è realmente stata una trattativa tra uomini dello Stato e i clan camorristici e se è vero che tra esponenti dei servizi segreti e delle istituzioni hanno incontrato il capo dei casalesi Michele Zagaria. Vogliamo sapere se in questi incontri sono stati realmente finalizzati a un via libera all’azione del Commissariato per l’emergenza rifiuti nelle province di Napoli e Caserta, in cambio di appalti sui termovalorizzatori, ristori e garanzie di varia natura, libertà compresa".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©