Politica / Regione

Commenta Stampa

Presentato il bilancio di rigore, ecco i tagli

Rifiuti, De Magistris: "Bossi si pentirà"


Rifiuti, De Magistris: 'Bossi si pentirà'
30/06/2011, 20:06

NAPOLI - "Ci aspettavamo che il governo facesse qualcosa per Napoli e non lo ha fatto. Il decreto è deludente e pilatesco. Bossi se la vedrà con il sud, ci hanno lasciati soli". E' stato questo il commento del sindaco di Napoli Luigi De Magistris sul decreto rifiuti varato dal Consiglio dei Ministri. La Lega, infatti, avrebbe espresso voto contrario al provvedimento. "Il decreto - ha detto De Magistris nel corso di una conferenza stampa in cui ha illustrato la delibera sul bilancio - serviva perchè qui abbiamo un'urgenza: ma così non la risolve". Il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro è intervenuto ed ha dichiarato che "il provvedimento immaginato nel Consiglio dei Ministri non consente di superare concretamente le difficoltà di questi giorni. Appare giusta la posizione del premier Berlusconi, che chiedeva uno sforzo in più di alcune regioni. Sulle discariche finalmente si individuano responsabilità e tempi". L'esito del vertice tra autonomie locali e governo a Palazzo Chigi è stato commentato anche dal presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli. " Non sembra risolutivo il fatto che si rinvia sempre ad accordi con le Regioni", ha affermato. In merito al Bilancio Luigi De Magistris ha dichiarato: "Abbiamo dovuto garantire il pagamento di stipendi, salvaguardare i diritti delle fasce deboli, reperire somme per altri ambienti, fondi fas che devono essere destinati alla Regione. Invoco tutta la macchina amministrativa per portare dirigenti da 68 a 32 esterni da 33 a 14 risparmi per tre milioni circa. Previsti tagli dello Stato al comune di Napoli di 90 milioni e tagli alla regione Campania di dodici milioni di euro".

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©